Tav, Bernini: M5s per dignità dovrebbe sfiduciare Conte

Pol/Vep

Roma, 29 lug. (askanews) - "La sceneggiata grillina sulla Tav non conosce ormai né limiti né pudore. Scontro con la Lega a parte, i leader del Movimento stanno giocando col fuoco, ma soprattutto con l'intelligenza degli italiani, quando sul blog delle stelle tuonano che la Tav 'è antistorica e non conviene, non possiamo accettare che miliardi di euro degli italiani siano sperperati per un'opera che non serve a nulla'. Ma se Conte, il premier di loro appartenenza, ha sostenuto che 'non realizzare l'opera costerebbe più che completarla', e infatti ne ha dato il via libera, c'è non solo un palese cortocircuito cognitivo, ma soprattutto una questione politica grande come una Tav all'interno di un Movimento che mantiene la fiducia a un premier che ha evidentemente tradito il mandato ricevuto dalla forza politica che lo ha espresso". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

"Il giochino di prendersela con gli altri, insomma, non funziona: il problema i Cinquestelle ce lo hanno in casa, e non c'è cortina fumogena o propaganda in grado di nasconderlo, perché la mozione che passerà in Parlamento, contro cui insorgono, recepirà soltanto le indicazioni che ha dato il premier che proprio loro hanno indicato e che continuano a sostenere. Una situazione fantozziana, che va molto oltre il ridicolo", conclude.