Tav, Gruppo Zaia Presidente: opera strategica per Nord Italia

Bnz

Venezia, 24 lug. (askanews) - "L'alta velocità era e resta un punto strategico per tutto il Nord Italia, Veneto in primis. Finalmente il Primo Ministro Conte ha sconfessato i grillini e ha dato il via all'opera tanto contestata dai pentastellati, sui quali pende tuttavia la responsabilità di aver gettato un anno di tempo".

Commenta cosi Silvia Rizzotto, Capogruppo di Zaia Presidente, "le parole del Primo Ministro Conte che ieri ha annunciato il fatidico 'sì' dell'Italia all'opera tanto dibattuta: la volontà della Lega e dell'intero sistema produttivo del Nord finalmente è stata esaudita. Era una richiesta legittima, doverosa e di buon senso, e che non poteva non trovare accoglimento: al di là del maggior esborso, qualora si fossero fermati i lavori, Veneto, Lombardia e Piemonte non avrebbero potuto fare a meno di un'opera cosi strategica e che avrà ricadute positive su tutto il Paese. Il buonsenso che ha portato al via libera, tuttavia, è ampiamente mancato da parte di chi, per molti mesi, si è ideologicamente schierato contro questo investimento: una questione pregiudiziale senza alcuna motivazione, e che il tempo, infatti, ha condannato ad infausta sorte".