Tav, Morassut (Pd): se Salvini non è buffone dopo voto mozioni stacchi spina

Pol/Luc

Roma, 5 ago. (askanews) - "Comunque vada la discussione sulla Tav è naturale che il Premier Conte si rechi, subito dopo il voto, al Quirinale per riferire al Presidente della Repubblica. La maggioranza si dividerà su un'opera strategica che però è parte anche di un trattato internazionale. L'opera non può andare avanti con la contrarietà politica del partito di maggioranza relativa e del Ministro delle Infrastrutture, si rischiano boicottaggi, ritardi e aumento dei costi. Se Salvini è un buffone il Governo andrà avanti nonostante il voto divergente delle forze della maggioranza, altrimenti stacchi la spina". Così in una nota il responsabile Infrastrutture del Pd, Roberto Morassut.