Tav, Mulè: attacchi intollerabili, governo intervenga se capace

Rea

Roma, 21 lug. (askanews) - "Ancora oggi, ancora una volta in Val di Susa un gruppo di criminali ha assaltato il cantiere di Chiomonte della Tav. Ancora oggi, ancora una volta non solo solidarietà ma appoggio incondizionato alla forze dell'ordine attaccate con una tecnica da guerriglia mediorientale. Non è tollerabile, e non da oggi, che questi criminali figli di un'ideologia antidemocratica siano ancora liberi di colpire. Che cosa deve succedere in Val di Susa per intervenire con la fermezza più dura? È necessario un funerale di Stato? È necessario che un agente delle forze dell'ordine perda un occhio? Nessuno si volti dall'altra parte o pensi di caversela con le solite parole di rito: il governo faccia il governo se ne è capace. E i 5Stelle, fiancheggiatori del movimento NoTav, trovino la dignità, prima ancora di prendere una posizione politica, di rispettare i servitori dello Stato che rischiano la vita contro un branco di criminali". Così, in una nota, Giorgio Mulè deputato di Forza Italia e portavoce azzurro di Camera e Senato.