Tav, no di Di Maio: sostegno (e critiche) dei suoi fan facebook

Mda

Milano, 24 lug. (askanews) - C'è chi invita a rimanere coerenti con i principi del Movimento e chi è d'accordo che "le priorità sono altre". Ma c'è anche chi chiede di "far cadere il governo", per "un minimo, ma proprio un minimo di dignità" e chi parla di "virata". Nei commenti dei sostenitori del Movimento 5 Stelle al lungo post del leader in cui afferma il suo "no forte, convinto, deciso" alla realizzazione della Tav, lasciando al Parlamento la decisione, sono molti a sostenere la posizione del vicepremier. Ma non mancano le voci critiche. Piuttosto che sottoporre al Parlamento la questione, scrivono diversi, meglio sfiduciare il governo.

Se Luigi scrive "Siamo orgogliosi di voi grande Luigi Di Maio - scrive Luigi - ora si voti in Parlamento e la gente vedrà che avete mantenuto la parola data al popolo italiano, ma purtroppo avete tutti contro", e Roberto invita a "non denigrare Di Maio, che altro poteva fare?", Walter commenta così il post del vicepremier: "Con il sì alla Tav, avete firmato la vostra condanna a morte politica. Complimenti per la coerenza. Ti ricordo che qualche mese fa, avete fatto fuoco e fiamme con l'analisi costi e benefici, che ha dato esito negativo su quell'opera". E ancora, Giovanni: "Se il M5S al governo è davvero no tav, dimissioni di tutti i nostri ministri domani mattina. Attendere il voto, scontato, del parlamento è una carnavalata che faremmo ben volentieri a meno di vedere". Posizione analoga a quella di Chiara: "Questa è una buona virata ma sempre virata resta! L'analisi costi/benefici ha parlato chiaro, non c'era nessuna necessità di passare attraverso un parlamento in cui sapete benissimo di non avere i numeri!". E Francesco:"Mi spiace, ma sul piano delle Infrastrutture avete perso enorme credibilità, dando troppo (enorme) peso al potere della vostra forza di opposizione". Scrive Andrea: "Questo sarà un duro colpo per il m5s... mi dispiace che Conte non abbia valutato i costi dei danni ambientali! Veramente dispiaciuto che abbiano vinto gli affari e non il buon giudizio su un'opera inutile. Io ho votato il m5s per impedire questi scempi e in questo momento sono molto amareggiato. Sai benissimo che andrete in minoranza e la tav passerà... è ora di tirare fuori le palle o qui ci sarà una forte svolta".