Tavolo al ministero Salute su metodi alternativi ricerca su animali

Red/Gtu

Roma, 17 lug. (askanews) - Si è insediato al ministero della Salute il gruppo di lavoro per la promozione dei metodi alternativi alla sperimentazione animale, istituito con decreto del ministro della Salute 7 giugno 2019.

Al tavolo, che si prefigge di "promuovere metodi alternativi validi all'impiego di animali nella ricerca scientifica", siedono i rappresentanti del ministero della Salute, dell'Istituto superiore di sanità, degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs), del Centro nazionale delle ricerche (Cnr), della Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui) e del Centro di referenza nazionale per i metodi alternativi, benessere e cura degli animali da laboratorio presso l'Istituto zooprofilattico sperimentale (Izs) Lombardia-Emilia Romagna. Completa il gruppo di lavoro una componente scientifica di esperti in materia di metodi alternativi, sperimentazione animale e bioetica.

"Si riparte da zero", ha dichiarato il ministro della Salute, Giulia Grillo, sottolineando: "I tempi sono cambiati e l'indirizzo del ministero e di tutto il governo è chiaro: un tema così delicato richiede competenza, stimolo e accelerazione nel processo di rinnovamento dei metodi di ricerca che utilizzano gli animali. Vogliamo verificare i metodi più attendibili per un cambio di passo importantissimo con l'obiettivo di una reale protezione degli animali".

Quindi "è questa la strada che vogliamo esplorare, confrontandoci in modo serio e puntuale su un tema giustamente sentito". (Segue)