Web tax, Gentiloni: serve azione globale ma pronti ad agire soli

Rus

Roma, 16 set. (askanews) - "Il mio primo compito sarà di verificare la possibilità di una Web tax in ambito Ocse/G20, ovvero globale, che sarebbe la soluzione più efficace. La Commissione cercherà di raggiungere questa intesa entro il 2020 ma se non sarà possibile allora la missione sarà di proporre una Web tax europea". Lo spiega in un'intervista alla "Stampa", Paolo Gentiloni, designato commissario europeo dal nuovo governo Conte, prescelto per l' Economia dalla presidente Ursula von der Leyen ed ora in attesa delle audizioni e del voto di conferma da parte del Parlamento di Strasburgo.

"La distinzione è chiara: non abbiamo preclusioni su una tassazione dei giganti del web a livello globale ma non siamo disponibili, in sua assenza, a non decidere come Ue. Viste le dimensioni del mercato, una Web tax europea sarebbe di valore rilevante" aggiunge Gentiloni.