Taxi esplode davanti a ospedale a Liverpool: è atto terroristico

·1 minuto per la lettura
featured 1539476
featured 1539476

Roma, 15 nov. (askanews) – Domenica 14 novembre poco prima delle 11 locali un taxi è esploso in una zona di sosta vicino all’ingresso del Women’s Hospital, un ospedale ginecologico di Liverpool, nord-ovest dell’Inghilterra. Il passeggero è morto e il conducente, che lo ha bloccato, è rimasto ferito. È il “Remembrance Sunday”, la domenica in cui nel Regno Unito si ricordano le vittime della guerra, e per la polizia si è trattato di un “incidente terroristico”.

Il tassista, David Perry, è stato dichiarato un eroe nazionale dal sindaco di Liverpool Joanne Anderson per avere bloccato il sospetto all’interno del veicolo, evitando altri morti, scrive la stampa britannica. Tre uomini sono inoltre stati arrestati nel quartiere di Kensington, est di Liverpool, in relazione all’incidente.

“I miei pensieri vanno a coloro colpiti dal terribile incidente a Liverpool”, ha twittato il premier Boris Johnson, ringraziando i soccorritori.

Il passeggero del taxi sembra aver fabbricato un “congegno esplosivo improvvisato” che ha causato l’esplosione, ha poi spiegato il capo della polizia antiterrorismo Russ Jackson, aggiungendo che il movente è “ancora da chiarire”.

“Siamo… consapevoli che ci sono stati eventi di commemorazione a breve distanza dall’ospedale e che l’esplosione è avvenuta poco prima delle 11 del mattino. In questo momento non possiamo tracciare alcun collegamento con questo, ma è una linea d’indagine che stiamo perseguendo”, ha sottolineato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli