Taxi, sindacati confermano lo sciopero generale fissato mercoledì 24 novembre

·1 minuto per la lettura
sciopero taxi 24 novembre
sciopero taxi 24 novembre

Solo un mese prima avevano manifestato per disciplinare l’invadenza delle piattaforme di intermediazione digitale e contrastare i numerosi fenomeni di abusivismo. Per il 24 novembre 2021 tutte le sigle sindacali dei tassisti hanno confermato lo sciopero generale.

Sciopero taxi previsto per il 24 novembre 2021

Dalle ore 8 alle 22 è stato indetto uno sciopero nazionale: lo hanno confermato i sindacati dei tassisti. Saranno ugualmente garantiti i servizi a tutela dell’utenza debole.

Alla protesta hanno aderito tutte le sigle sindacali: Fita-Cna, Ascom taxi, Uiltrasporti, Unica-Cgil e Uritaxi.

Sciopero taxi il 24 novembre: attesto corteo a Roma

La protesta dei tassisti sfocerà in un corteo a Roma.

Attesi tassisti provenienti da tutta Italia, che manifesteranno contro il Ddl concorrenza, con il quale temono verrà deregolamentare ulteriormente il settore a favore delle multinazionali.

Sciopero taxi il 24 novembre: le dichiarazioni

A proposito dello sciopero, i sindacati hanno dichiarato: “Il Ddl concorrenza non può essere un pretesto per regalare la gestione della domanda a delle piattaforme di mera intermediazione, rendendoci dei riders 4.0 del trasporto persone. La tecnologia non ci spaventa e siamo disponibili a ragionare su come essere più efficienti e migliorarci, ma senza snaturare o destrutturare quanto costruito con sudore e fatica”. Le associazioni di categoria ribadiscono che bisogna “portare a termine la revisione normativa iniziata nel 2017”.

I sindacati si dicononon disponibili a diventare servi delle multinazionali per arricchire qualche miliardario investitore e troviamo inaccettabile che la politica si presti a queste ipotesi“.

Quindi hanno sottolineato: Abbiamo sempre dimostrato responsabilità e attaccamento al territorio, ci siamo sempre stati, con abnegazione e assumendoci i rischi, anche durante questo lungo periodo di pandemia in cui il governo si è dimenticato di noi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli