Teatro pop nei cortili, a Roma torna Romeo e Giulietta negli Ater

·1 minuto per la lettura
featured 1343219
featured 1343219

Roma, 20 mag. (askanews) – Un modo diverso di concepire il teatro, guardandolo dalla finestra: il progetto Città Ideale rilancia l’iniziativa già varata in pandemia e riporta il Romeo e Giulietta insieme a tanti altri spettacoli nei cortili delle case popolari degli Ater. A Centocelle, Vigne Nuove, Torrevecchia e Primavalle il capolavoro di Shakespeare sarà fino al 30 maggio, per far girare il teatro dove di solito non arriva.

Fabio Morgan, direttore artistico della Città ideale: “Romeo e Giulietta di Ater è nato durante il lockdown; da artisti ci siamo chiesti come fare spettacolo mentre non si potevano convocare gli spettatori. Abbiamo pensato di utilizzare i cortili delle case popolari e di farli diventare per un giorno palcoscenico di un ideale teatro all’italiana, popolare”.

Attori in piazza e palchi nei balconi; Romeo e Giulietta negli Ater è diretto da Leonardo Buttaroni ed è una produzione di Progetto Goldstein. La Città ideale di Fabio Morgan è patrocinata da Biblioteche di Roma. Un teatro pop dunque per una nuova idea di città, perché il progetto di spettacoli ne prevede tanti: “Un progetto che prevede 46 eventi di spettacolo dal vivo sui territori di alcuni quartieri di periferia della capitale. Il nostro tentativo è portare in questi spazi un po’ di comunità, anzi, una comunità ideale”.