Teatro Regio riparte a novembre con "Jenufa" di Janacek

Prs
·1 minuto per la lettura

Torino, 21 lug. (askanews) - Si aprir a nvembre la stagione 2020-2021 del Teatro Regio di Torino con "Jenufa" di Janacek. E' una delle prime anticipazioni sulla prossima stagione dell'ente lirico, fornite dal sovrintendente Sebastian F. Schwarz. Quattordici titoli, di cui 5 nuovi allestimenti e 5 opere mai rappresentate al Teatro Regio di Torino, come "La scuola de' gelosi" di Salieri, "La finta semplice" di Mozart, "L'opera seria" di Gassmann, "I dialoghi delle Carmelitane "di Poulenc e "Powder Her Face "di Ads. La messinscena degli spettacoli sar affidata ad affermati registi di differenti generazioni e sensibilit, fra cui Barrie Kosky, Sophie Hunter, Christof Loy, Francesco Micheli, Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi, Laurent Pelly, Gabriele Lavia e Lorenzo Mariani. Protagonista di un atteso debutto operistico l'archistar Santiago Calatrava, che immaginer l'allestimento de "I dialoghi delle Carmelitane". Tra le novit un ciclo estivo en plein air dedicato a tre celebri titoli del melodramma italiano quali "La traviata" di Verdi, "Il barbiere di Siviglia" di Rossini e "Pagliacci" di Leoncavallo, prodotti dal Regio nelle scorse stagioni e rappresentati nel nuovo spazio post-industriale del Parco Dora. "Mi auguro che entro settembre ci venga data la possibilit di riaprire completamente la sala del Teatro, superando il limite attuale delle 200 persone e che potremo quindi presentare la Stagione e iniziare, da quel momento, la vendita degli abbonamenti e dei biglietti", stato l'auspicio di Schwarz, che ha ringraziato "il pubblico che ci stato vicino in questi difficili mesi, dandoci segni di tangibile affetto come i molti che hanno donato i propri biglietti". "Siamo tornati, con tutta quella passione per la vita e per la musica che il periodo in cui siamo stati forzatamente chiusi in casa ci ha insegnato ad apprezzare ancora di pi", ha concluso.