Teatro: in scena all'Uno di Roma 'Zets', storia di immigrazione e speranza

Roma, 7 mag. (Adnkronos) - 'Zets' non ha un significato particolare, e' una parola estrapolata da una canzone, che poi e' stata tagliata. Senza un senso preciso, queste lettere ricordano la parola tedesca 'Sets!', 'seduto' in tedesco oppure 'zed', l'ultima lettera dell'alfabeto inglese. E' questo il titolo dello spettacolo di e con Deniz Ozdogan e Andrea Collavino, in scena da domani a domenica al Teatro Uno di Roma.

'Zets' e' la storia di Merilin e Gabor, due artisti di strada originari di un Est senza nome. I due si conoscono durante il Gran Premio di Formula Uno di Hockenheim, si sposano e vanno a vivere in Italia. Con i loro show, dove Merilin fa da assistente al mago e ipnotizzatore Gabor, non guadagnano molto, ma sperano in un futuro migliore. In questo spettacolo vita reale e immaginata si fondono e si confondono come in un sogno, in una continua ricerca della felicita' da parte dei due protagonisti, nonostante il difficile destino e il rapporto non sempre facile con la nazione verso la quale sono immigrati.

'Zets' fa parte della rassegna di teatro condiviso 'Inediti ospiti', un'innovativa esperienza di autogestione teatrale che pratica nuove forme di collaborazione fra attore e pubblico, inaugurata dall'Associazione Spettatori&Attori in collaborazione con Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Fogolar Furlan di Roma e Antea Onlus.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno