Tecno, sostegno a borsa di studio American friends of Capodimonte

·1 minuto per la lettura
featured 1496384
featured 1496384

Napoli, 3 set. (Labitalia) – "In questi anni grazie all'impegno di Sylvain Bellenger e della sua squadra il Museo e Real Bosco di Capodimonte è stato valorizzato diventando una buona prassi a livello internazionale. Per questa ragione siamo orgogliosi di poter dare il nostro contributo anche supportando il lavoro che sarà realizzato da Caroline Paganussi". Lo dichiara il fondatore e presidente del gruppo industriale Tecno Giovanni Lombardi in occasione dell'inizio della post-doctoral curatorial fellowship del Museo e Real Bosco di Capodimonte della storica dell'arte Caroline Paganussi realizzata grazie al sostegno dell'American friends of Capodimonte e del gruppo industriale Tecno.

Il soggiorno di Caroline Paganussi è reso possibile anche grazie al sostegno del gruppo industriale Tecno nell’ambito del 'Progetto Cultura' dell’azienda, fondata Giovanni Lombardi, che è anche presidente anche dell’advisory board del Museo e Real Bosco di Capodimonte. Il gruppo industriale Tecno con il Progetto Cultura è impegnato da anni nel supporto al patrimonio artistico italiano sostenendo alcune tra le principali istituzioni culturali del Paese.

"Non vediamo l’ora di collaborare con lei" ha affermato il direttore Sylvain Bellenger. “Caroline si è distinta per la sua formazione storico-artistica ed la sua esperienza in campo museale negli Stati Uniti e in Italia. Il suo arrivo a Capodimonte contribuisce a rafforzare le relazioni istituzionali tra i due nostri due Paesi". "L’associazione American Friends of Capodimonte finanzia uno studioso americano a Capodimonte per garantire che le meraviglie di uno dei musei più belli del mondo siano accessibili agli anglofoni" ha ricordato il presidente dell’Afc Nancy Vespoli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli