Tecnologia, 200mila euro per feltro hi-tech firmato UniTrento -3-

Red

Roma, 27 feb. (askanews) - Il fondo Progress Tech Transfer è stato lanciato nel gennaio 2019 con una dotazione iniziale di 40 milioni di euro - e un target di raccolta da 50 milioni - sottoscritti pariteticamente dal Fondo Europeo degli Investimenti (FEI, con fondi InnovFin - Eu Finance for Innovators, strumento finanziario sviluppato nell'ambito di Horizon 2020) e da Cassa Depositi e Prestiti (CDP) nell'ambito della piattaforma ITAtech.

Il fondo ha un focus ben definito e una connotazione tecnologica aperta, puntando a realizzare investimenti su tecnologie e startup che accrescano la sostenibilità, nei macro segmenti ambiente ed energia; nuovi materiali e servizi smart, foodtech e agrotech. Progress Tech Transfer prevede infatti un portafoglio di investimenti su due principali modelli: una fase iniziale di investimento (da 50.000 a 200.000 euro) per la validazione delle tecnologie (c.d. proof-of-concept), il secondo modello è quello dell'investimento diretto in startup tecnologiche con un importo massimo di 1.5 milioni di euro.

MITO Technology è la società italiana che da dieci anni si occupa della valorizzazione dei risultati della ricerca a supporto di università ed enti pubblici, e vanta relazioni consolidate con le principali realtà europee per il trasferimento tecnologico. È l'advisor strategico di Progress Tech Transfer e assicura il collegamento con il mondo della ricerca in Italia per lo scouting di tecnologie e start-up.