Teheran:studiosa anglo-australiana arrestata "in perfetta salute"

vgp

Roma, 30 lug. (askanews) - Una ricercatrice anglo-australiana, accusata di spionaggio e imprigionata in Iran dal 2019, è in "perfetta salute" e dovrebbe incontrare l'ambasciatore australiano a Teheran la prossima settimana, ha riferito l'agenzia di stampa iraniana ufficiale Irna. Citando una dichiarazione delle autorità carcerarie di Teheran, l'agenzia ha smentito le informazioni del quotidiano britannico The Guardian che aveva scritto che la signora Kylie Moore-Gilbert era malata. L'incontro previsto con l'ambasciatore "dimostra che questa informazione non è corretta", ha aggiunto Irna.(Segue)

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.