Telecom Italia, sindacati chiedono rapida nomina AD

·1 minuto per la lettura
Il logo Telecom Italia presso la sede centrale a Roma

(Corregge refuso nel testo)

MILANO (Reuters) - I sindacati del settore telecomunicazioni Fistel Cisl e Slc Cgil hanno chiesto al presidente del gruppo Telecom Italia (Tim) Salvatore Rossi di accelerare il processo di nomina dell'amministratore delegato e di preservare l'unicità aziendale in qualsiasi ipotesi di riassetto del gruppo.

E' quanto si legge in una nota diffusa al termine dell'incontro tenutosi oggi tra i segretari delle due organizzazioni, Rossi e il direttore generale Pietro Labriola, che sta lavorando al nuovo piano industriale con l'aiuto degli advisor, mentre resta sul tavolo la proposta di acquisto di Kkr.

"Al presidente è stato ribadito come, in questa delicatissima fase, sia importante preservare l'unicità aziendale e di far sì che si arrivi in tempi celeri a delle chiare attribuzioni di responsabilità in azienda, a partire dalla nomina di un amministratore delegato", dice la nota.

L'ex amministratore Luigi Gubitosi ha rimesso le deleghe di AD il 26 novembre, per poi lasciare il consiglio il 17 dicembre.

Labriola, si legge nella nota dei sindacati, ha sottolineato come il "mantenimento dei livelli occupazionali" sarà uno degli elementi portanti delle prossime mosse aziendali.

In Italia il gruppo Tim impiega 42.500 persone.

(Elvira Pollina, in redazione a Milano Claudia Cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli