Telefonata Di Maio-Zingaretti. Resta stallo sul nome del premier

Bar

Roma, 25 ago. (askanews) - Una telefonata fra il leader del Movimento 5 stelle, Luigi Di Maio, e il segretario del Partito democratico, Nicola Zingaretti, non ha sciolto il nodo principale della trattativa apertasi sulla formazione di una ipotetica nuova maggioranza di governo. A quanto si apprende da fonti vicine alla segreteria del Pd le posizioni sono rimaste ferme (il M5S continua a chiedere la poltrona di presidente del Consiglio per il premier uscente, Giuseppe Conte, il Pd chiede discontinuità) ma i dem garantiscono che "si cerca comunque una soluzione".

Nel pomeriggio di oggi si sono riuniti i tavoli programmatici interni al Pd, che dovranno elaborare le proposte da riportare domani al confronto con i capigruppo parlamentari dei 5 stelle. Ma fonti del Pd fanno comunque sapere che il tema del capo del governo resta centrale nella trattativa.