Tempesta di tweet: mobilitazione ambientalisti contro i pesticidi -3-

Red/Gtu

Roma, 15 ott. (askanews) - Gli ambientalisti chiedono anche un rafforzamento dei sistemi di monitoraggio e controllo sulla presenza di pesticidi nelle acque superficiali e sotterranee, nel suolo e nel cibo e anche l'inasprimento del sistema sanzionatorio, attribuendo competenze specifiche ad Ispra e carabinieri forestali.

"Il nuovo Pan pesticidi coerentemente con la normativa europea deve creare le condizioni affinché il ricorso ai pesticidi tossici e nocivi sia consentito solo dopo avere adottato pratiche agroecologiche alternative all'uso dei prodotti chimici di sintesi, come già avviene in agricoltura biologica", sottolineano gli ambientalisti.

Le associazioni, inoltre, "auspicano, che il dialogo dei ministeri con tutti i portatori di interesse non si chiuda con la fine della consultazione pubblica ma possa prevedere ulteriori momenti di confronto e lavoro congiunto".

L'approvazione del nuovo Pan pesticidi per gli ambientalisti è un banco di prova per il governo, e lo sottolineano a chiare lettere: "Sarà una vera cartina tornasole, un indicatore oggettivo della reale volontà politica dell'attuale governo di attuare anche per l'agricoltura italiana quel Green New Deal annunciato nei programmi per una concreta transizione ecologica dell'economia che vede nell'agricoltura biologica e nel mondo ambientalista alleati necessari".