Tempesta Nadine: dalle Azzorre verso l’Europa?

Non è mai successo negli ultimi secoli che un sistema tropicale riuscisse ad entrare nel bacino del Mediterraneo mantenendo la sua caratteristica circolazione termodinamica, completamente isolata dalle normali perturbazioni delle medie latitudini. La tempesta tropicale Nadine potrebbe essere il primo caso, anche se le probabilità che ciò avvenga sono piuttosto basse e si avranno sicuramente aggiustamenti previsionali nelle prossime ore.

Gli aggiornamenti odierni mettono comunque in conto questa possibilità intorno alla giornata di mercoledì 26 Settembre, quando Nadine potrebbe attraversare lo stretto di Gibilterra come depressione tropicale. In tal caso, venti tra 70 e 110km/h e piogge torrenziali interesserebbero prima Spagna e Marocco e successivamente Francia, Svizzera, Nord-Ovest Italia e Paesi Bassi.

Da circa 3 giorni Nadine sta portando onde, vento e piogge torrenziali sulle Isole Azzorre. L'allerta rimarrà anche per le prossime 36 ore, poi il sistema comincerà finalmente a muoversi, ma che direzione prenderà?



Come abbiamo visto, una delle possibilità è che vada dapprima a colpire Madeira per poi portarsi verso l'Europa, entrare nel Mediterraneo e congiungersi successivamente alle perturbazioni atlantiche su Francia, Paesi Bassi e Isole Britanniche.







Occorre ribadire che stiamo parlando di una sola tra diverse ipotesi, le quali prevedono con maggiore probabilità il riassorbimento di Nadine all'interno delle normali perturbazioni atlantiche prima che riesca a raggiungere il Mediterraneo sotto forma di depressione tropicale. Seguite comunque i prossimi aggiornamenti.

Redazione Classmeteo
meteo@class.it

Ricerca

Le notizie del giorno