Tempesta Nadine verso il Mediterraneo?

L'ex uragano Nadine sta interessando le Isole Azzorre proprio in queste ore con il suo carico di piogge torrenziali e forti mareggiate. I venti spirano con raffiche di 100-110 chilometri orari e la temperature è di 10 gradi al di sotto dei valori medi del periodo.
Questo fino alla giornata di Sabato, quando poi la tempesta si allontanerà dall'Arcipelago delle Azzorre per dirigersi molto lentamente verso le coste del Marocco e rimanendo comunque ben attiva grazie al richiamo caldo-umido delle acque oceaniche.

Ma i successivi scenari potrebbero essere sorprendenti: un'entrata in grande stile della tempesta, nella giornata di Mercoledi, proprio nel Mediterraneo che "spalancherebbe" la porta atlantica sull'Europa centro-occidentale ,con diffuse piogge dopo mesi di regime anticiclonico. E' questo al momento quello che mostrano i principali modelli meteorologici.

Nadine entrerebbe, infatti,sul Mediteraneo tra Stretto di Gibilterra e Penisola Iberica, apportando su quest'ultima intense precipitazioni. In particolare mareggiate e forte maltempo colpirebbero le coste portoghesi con venti tra 70 e 100 chilometri orari.



Successivamente, oramai molto indebolita, andrebbe ad agganciarsi al flusso atlantico dando vista a un'estesa circolazione depressionaria con intensi venti umidi Sud-Occidentali che porterebbero le tanto attese piogge sul Nord Italia e medio alto versante tirrenico.
Al Sud,invece, il forte richiamo meridionale indotto dalla vasta circolazione atlantica in lento movimento verso levante, apporterebbe a una nuova impennata dei termometri con valori termici estivi.



Occorre ribadire che stiamo parlando ancora di possibili ipotesi. Seguite i prossimi aggiornamenti.

Nikos Chiodetto
nchiodetto@class.it

Ricerca

Le notizie del giorno