Tempesta tropicale, allerta per Florida, Cuba e Bahamas: “Agatha” diventa “Alex”

Tempesta tropicale
Tempesta tropicale

Il National Hurricane Center (NHC) di Miami ha emesso un’allerta per l’arrivo di una tempesta tropicale su gran parte della Penisola della Florida, Cuba e Bahamas. La calamità, prima conosciuta come “Agatha” nell’Oceano Pacifico, sarà nota come “Alex” nel bacino dell’Oceano Atlantico.

Allerta per tempesta tropicale

L’NHC ha diramato un avviso indicando che i venti massimi sostenuti del sistema erano aumentati durante la notte del 2 giugno e prevedendo che si sarebbe sviluppato “un centro ben definito che sarebbe diventato una tempesta tropicale” mentre si avvicinava alla Florida. Un sistema diventa tale quando i venti raggiungono i 62km/h.

L’allerta riguarda sia la costa del Golfo della Florida che la costa atlantica, da Tampa Bay e Daytona Beach alle Florida Keys e Dry Tortugas. Il centro ha infatti previsto possibili precipitazioni fino a 250mm, inondazioni locali e venti forti. Alcune città e contee nelle zone costiere e basse della Florida, tra le quali Pembroke Pines e Miami-Dade County, hanno offerto sacchi di sabbia alla popolazione residnete per proteggere le loro case.

Rischi per Florida, Cuba e Bahamas

Il rischio che si abbatta una tempesta tropicale riguarda anche alcune parti di Cuba, tra cui le province di Pinar del Rio, Artemisa, La Habana e Mayabeque, e le Bahamas nordoccidentali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli