Temporali: quali le zone a rischio forti fenomeni?

Il passaggio nella giornata di domenica 26 di una veloce saccatura atlantica sul Nord Italia, apporterà dei temporali al Centro-Nord e finalmente un calo termico generalizzato sulla nostra Penisola.
Data l'elevata energia nei bassi strati dell'atmosfera, dopo giornate molto calde e umide , unita a un buon calo termico in quota, vi potranno essere le condizioni per fenomeni temporaleschi localmente forti con intensi acquazzoni, qualche grandinata e forti raffiche di vento.

Quali zone saranno più a rischio forti temporali?

Nel pomeriggio odierno primi temporali sui settori alpini centro-occidentali. Fenomeni localmente forti tra Alto Piemonte e Alta Lombardia che tra il tardo pomeriggio e la serata si estenderanno ad alte pianure piemontesi e medio-alte pianure lombarde (varesotto, brianza, milanese, bergamasco,bresciano).

Temporali che in serata interesseranno anche il basso Piemonte e la Liguria con qualche forte acquazzone in trasferimento su Toscana.

Tra la serata il pomeriggio di domani interessamento anche del Nord-Est con temporali localmente forti specie tra Trentino, Alto Veneto (veronese, vicentino, alto padovano, trevigiano,bellunese) e Friuli.

Forti temporali tra la mattinata e la serata di domani anche sulle regioni Centrali: i fenomeni colpiranno dapprima alto Lazio e Umbria, in spostamento verso le Marche e l'Abruzzo tra il pomeriggio e la sera.
In nottata generale miglioramento quasi ovunque con sensibile calo termico al Centro-Nord.




Nikos Chiodetto
nchiodetto@class.it

Ricerca

Le notizie del giorno