Tenaris in netto calo dopo trim2, pesa outlook debole causa impatto Covid

·1 minuto per la lettura
Sede di Tenaris all'interno dell' UFRJ Technology Park a Rio de Janeiro

Ripiegano le azioni Tenaris dopo i risultati del secondo trimestre resi noti ieri sera e l'outlook debole per l'anno a seguito dell'impatto sul settore del Covid-19, con conseguente calo dei consumi petroliferi e dei prezzi della materia prima.

Intorno alle 10,10 Tenaris cede il 4,6% a 5,17 euro, con oltre 2,1 milioni di pezzi trattati da una media a 30 giorni di 3,8 milioni.

Nel trimestre le vendite nette sono scese del 35% a 1,24 miliardi di dollari, l'Ebitda a 59 milioni (-84%).

Secondo un primario broker italiano, i risultati sono leggermente migliori delle attese sull'Ebitda adj, grazie a una generazione di cassa molto forte e sopra le stime, ma con l'outlook sul terzo trimestre debole.

Tenaris si aspetta una ulteriore contrazione dei margini e delle vendite nel terzo trimestre, prima di un graduale recupero nel quarto trimestre.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Sabina Suzzi)