Tennis, addio al "padre-padrone" di Andre Agassi

·1 minuto per la lettura
Andre Agassi of the U.S. blows a kiss to the crowd after his loss against Germany's Benjamin Becker at the U.S. Open tennis tournament in New York, September 3, 2006. Agassi was playing in his last U.S. Open.        REUTERS/Kevin Lamarque      (UNITED STATES)
REUTERS/Kevin Lamarque

E' morto il padre dell'ex asso del tennis Andre Agassi. Mike Agassi, ex pugile di origine iraniana naturalizzato statunitense, si è spento a Las Vegas all'età di 90 anni. L'uomo da alcuni mesi viveva in una casa di cura vicino alla città dei casinò. 

Nato in Iran nel 1930, Emmanuel Agassi una volta trasferitosi negli Stati Uniti anglicizzò il suo nome in Mike Agassi. Come pugile, gareggiò per l'Iran nelle Olimpiadi del 1948 e del 1952. Emigrò negli States, prima a Chicago poi nel 1963 si trasferì a Las Vegas per lavorare all'hotel-casinò Tropicana, occupandosi dei campi da tennis - in gran parte inattivi - della struttura.

LEGGI ANCHE: Chris Evert e Jimmy Connors, la storia d'amore che diventò una palla avvelenata

Giocatore autodidatta, sviluppò una grande passione per il tennis che cercò di trasmettere ai figli, Rita, Phillip, Tami e Andre. Proprio il controverso rapporto con quest'ultimo ispirò il fortunatissimo libro "Open" che racconta la carriera di Andre dagli esordi fino all'ascesa ai vertici del tennis. 

Mike Agassi sottopose Andre a durissimi allenamenti, fin da piccolo, con l'obiettivo di farlo diventare un top player. Inventò una macchina spara-palle, chiamata "The Dragon", che costringeva il giovane tennista a un training estenuante, arrivando a dover respingere 5.000 palline al giorno. Andre Agassi divenne uno dei migliori risponditori al servizio di tutti i tempi, vincendo ben otto tornei del Grande Slam. Marito della grande Steffi Graf, ha concluso la sua carriera nel 2006.

GUARDA ANCHE: Tokyo 2020, il Bayern Monaco fa un regalo speciale a Zverev

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli