**Tennis: Binaghi, 'da Cts ok al 75% ad Atp Finals? Bene, nostro pubblico più simile a quello dello spettacolo'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma,5 nov. (Adnkronos) – "Il Cts ha dato ok al 75% della capienza per le Atp Finals? Bene, ci sono due dati molto positivi: il primo è che il sottosegretario Valentina Vezzali ha lottato strenuamente e quindi la ringrazio a nome di tutti gli appassionati e a nome della federazione che rappresento; dall'altra c'è la conferma che il Cts è finalmente riuscito a fare distinzione tra sport e sport, anche per quanto riguarda il pubblico, capendo che il nostro pubblico è molto più simile a quello che va a vedere degli spettacoli al teatro o al cinema, rispetto ai tifosi del calcio o di altri sport simili". Lo ha detto il presidente della Federtennis Angelo Binaghi all'Adnkronos, sull'ok del Cts all'aumento del pubblico alle Atp Finals dal 60% al 75%. "Le regole del tennis impongo agli spettatori un comportamento e impediscono spostamenti che fanno si che non solo quando giochi a tennis, ma anche quando assisti, hai un coefficiente di sicurezza nettamente superiore a quello degli altri sport, per quanto riguardo il contagio del covid", ha aggiunto Binaghi.

"Quindi capisco che non è stato possibile darci quello che noi avevamo chiesto (80% di capienza e 100% nelle fasi finali) e che merita una manifestazione di questo livello, perché c'è una situazione che è differente rispetto alle scorse settimane, perché i contagi sono in crescita. Comunque credo che debba prevalere il senso di responsabilità e quindi ci adeguiamo, faremo la nostra parte e queste due manifestazioni (Next Gen e Atp Finals) saranno comunque un grandissimo successo anche per il nostro paese. Attendiamo che il Cts ufficializzi la cosa perché siamo assaltati dalle persone che vogliono assistere alla manifestazione", ha concluso il numero uno della Federtennis.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli