Tennis: Coppa Davis, Torino pronta a tingersi d'azzurro

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Torino, 2 nov. – (Adnkronos) – Torino si tinge d'azzurro. Presso il Museo Nazionale del Risorgimento è stata presentata questa mattina la fase italiana delle finali di Coppa Davis , in calendario dal 25 al 29 novembre nel capoluogo piemontese. Insieme a Madrid, che ospiterà poi le semifinali e la finalissima, Torino e la città austriaca di Innsbruck sono state selezionate quali sedi di due dei sei gironi da tre squadre in cui sono state suddivise le 18 finaliste. A Madrid si giocheranno anche due quarti di finale, mentre sia a Innsbruck sia a Torino se ne disputerà uno.

A fare da cornice alla kermesse italiana delle Finals 2021, un vero e proprio Mondiale a squadre, sarà il Pala Alpitour, che soltanto pochi giorni prima, dal 14 al 21 novembre, ospiterà le ATP Finals, per un doppio evento di spessore planetario mai visto prima in Italia. Torino, dunque, ospiterà due gironi, compreso naturalmente quello in cui è inserita l’Italia con Usa e Colombia (gruppo E). Nell’altro girone (D) sono inserite Croazia, Australia e Ungheria. I vincitori dei due raggruppamenti si sfideranno nei quarti.

Aver portato in Italia anche questo importantissimo evento è un grande successo per la Fit, che ha visto accolta la sua candidatura quale riconoscimento delle sue ormai consolidate capacità organizzative e della passione del pubblico italiano. Si tratta di un ulteriore motivo di gioia e soddisfazione che corona l’ottimo momento del tennis azzurro. Al vernissage di questa mattina erano presenti il presidente della Federazione Italiana Angelo Binaghi, l'Assessore allo Sport della Regione Piemonte Fabrizio Ricca, il sindaco della città di Torino Stefano Lo Russo e il capitano azzurro di Coppa Davis Filippo Volandri.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli