Tennis, Djokovic in un limbo dopo divieto di ingresso in Australia

·1 minuto per la lettura
Tennis - Novak Djokovic news conference

di Courtney Walsh e John Mair

MELBOURNE (Reuters) - Al numero uno al mondo del tennis, Novak Djokovic, non è stato concesso l'ingresso in Australia in seguito alle proteste per la decisione di garantirgli un'esenzione medica dovuta alla necessità di essere vaccinati contro il Covid-19 per partecipare agli Australian Open.

La star del tennis è stata relegata in un hotel adibito a luogo di quarantena a Melbourne, con i legali che hanno ricercato urgentemente un'ingiunzione che gli permettesse di restare nel Paese dopo che era stato trattenuto dai funzionari alla frontiera.

La saga, alimentata da una ricerca di consensi in merito alla gestione dei contagi record registrati nel Paese, ha creato un incidente internazionale con il presidente serbo, che ha lamentato un accanimento nei confronti della star del Paese.

"Non ci sono eccezioni, le regole sono regole", ha detto il premier australiano Scott Morrison nel corso di una conferenza stampa trasmessa in televisione. "Continueremo a prendere la decisione giusta quando si tratterà di proteggere i confini australiani in relazione alla pandemia".

Djokovic, che si è più volte rifiutato di rivelare il suo status vaccinale e ha allo stesso tempo criticato pubblicamente l'obbligo vaccinale, ha scatenato delle forti reazioni quando ha scritto su Instagram di aver ricevuto un'esenzione medica per tentare di portare a segno la ventunesima vittoria da record al Grand Slam durante gli Open, che partiranno il 17 gennaio.

L'annuncio ha scatenato forti proteste in Australia, specialmente nella città ospitante del torneo, Melbourne, che ha dovuto affrontare in totale il lockdown più lungo al mondo per contrastare le diverse ondate di coronavirus.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Stefano Bernabei, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli