Tennis: Djokovic re a Wimbledon per la sesta volta, non basta un grande Berrettini (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Il terzo confronto diretto fra i due (il numero 1 del mondo si è aggiudicato entrambi i precedenti, l’ultimo nei quarti del Roland Garros il mese scorso) si è aperto con un pizzico di tensione per Djokovic: due doppi falli nel game d’apertura e palla-break, da salvare, con una prima al centro che costringe Berrettini a sbagliare la risposta. Nel terzo gioco ancora un doppio fallo per Nole, che ha recuperato da 0-30, prima di salire 2-1, poi però nel quarto gioco è l’azzurro a dover concedere palla-break: Matteo ha annullato la prima con un servizio vincente, ma la seconda è sfruttata dal 34enne di Belgrado, grazie anche a un cattivo rimbalzo dalle parti della riga. Un break subito confermato da Djokovic, per allungare sul 4-1 e poi 5-2.

Con caparbietà, al termine del game più lungo dell’incontro (22 punti), dopo aver salvato set-point il romano ha accorciato (3-5) e nel gioco successivo, alla seconda opportunità, ha saputo piazzare il contro-break con un recupero di diritto sulla contro-smorzata del rivale. Un turno autoritario alla battuta è valso il riaggancio (5-5) e poi Matteo si è aggrappato al tie-break, dove è subito salito 3 a 0, con rimonta del serbo (3 a 3), ma nuovo allungo dell’azzurro (5-3), che con un recupero su drop-shot è salito 6 a 4 e con un ace ha incamerato la frazione per 7 punti a 4.

Veemente la reazione del n.1 del mondo, che subito in avvio di secondo parziale ha tolto il servizio a Berrettini (era 40-15) e poi ha colto un nuovo break, volando sul 4-0 (parziale di 19 punti a 8). L’italiano ha tenuto i successivi due turni, ottenendo il 2-5 con uno spettacolare lob su tweener, e ha recuperato uno dei due break di svantaggio (diritto stretto sulla demi-volée di Nole), per poi portarsi in scia a Djokovic (4-5) dopo aver fronteggiato con grande personalità tre chance di set consecutive. Imperturbabile, comunque, il giocatore di Belgrado ha tenuto a zero il decimo gioco pareggiando il conto dei set.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli