Tennis: Pietrangeli, 'Sinner bravissimo, a volte è un po' troppo 'panzer'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 1 apr. (Adnkronos) – "Più che dire bravo, bravissimo, a Sinner non posso dire. Bublik non è stato furbo ieri, ha un po' buttato la partita ma ha grande talento e la gara era alla pari. Il kazako ha fatto tante stupidaggini. La differenza è che uno è russo-kazako e l'altro italo-tedesco, più tedesco…e a volte è anche un po' troppo 'panzer'…va molto sulla potenza, dovrebbe raffinare il gioco, glielo avevo detto a suo tempo, con qualche palla corta, anche se su quella superficie non è facile. Secondo me entro la fine dell'anno Sinner entrerà nella Top 10". Lo ha detto Nicola Pietrangeli all'Adnkronos parlando di Jannik Sinner dopo il successo su Aleksandr Bublik nei quarti di finale del torneo Atp di Miami. Il campione altoatesino in semifinale affronterà lo spagnolo Bautista-Agut. "E' un buon giocatore, anche questa è una gara alla pari. Se vince il torneo Sinner non grido al miracolo, è nelle sue possibilità, potrebbe anche fermarsi in semifinale e avrebbe comunque fatto un grandissimo torneo anche se mancava qualche big", ha aggiunto Pietrangeli.

"Abbiamo in questo momento un bel gruppo per la Coppa Davis. Mentre fino adesso siamo stati mantenuti dalla donne, ora abbiamo una bella squadra. Con Sinner e Musetti ci si sta quasi dimenticando di Berrettini e Fognini. Volandri ha una bella fortuna, ha una squadra che può diventare molto molto forte", ha aggiunto Pietrangeli.