Tennis: Us Open, campionessa 2021 Raducanu eliminata all'esordio da Cornet

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

New York, 31 ago. – (Adnkronos) – Non ci sarà un’altra corsa da sogno per Emma Raducanu agli Us Open. A un anno di distanza dalle due settimane più spettacolari della sua giovane carriera, la campionessa in carica e testa di serie numero 11 è stata eliminata al primo turno dell'esperienza della francese Alizé Cornet: 6-3, 6-3 il punteggio finale

È stata la prima sconfitta di Raducanu, su otto partite giocate nel tabellone principale agli US Open, ed è stata la prima volta che una campionessa in carica è uscito dal primo turno da quando successe a Angelique Kerber nel 2017.

Il pubblico dello stadio Louis Armstrong era quasi tutto per la giovane star, che proprio a New York nel 2021 si era presa il centro del palcoscenico. Lo era al punto che, nella sua intervista post-partita, Cornet si è sentita in dovere di scusarsi con gli appassionati in tribuna per aver sconfitto la loro beniamina: "Mi dispiace di averla battuta stasera, ma sono davvero felice della mia performance", ha detto Cornet con una risata. “Ho giocato un match davvero solido, ci ho messo il cuore, sono stata lì su ogni punto”.

Raducanu era partita bene, mostrando tutto il suo campionario di soluzioni vincenti, ma Cornet non è una giocatrice che si lascia impressionare. La veterana ha messo pressione sul servizio di Raducanu, strappandoglielo tre volte nei primi quattro turni di battuta e prendendosi il vantaggio necessario a chiudere il primo set. Con il progredire della partita, i game di servizio si sono rivelati problematici per entrambe le giocatrici, che hanno concesso ben 11 break nei complessivi 18 giochi dell’incontro. Raducanu ha accennato a una reazione, partendo in vantaggio di 3-1 nel secondo set ma Cornet non ha vacillato: ha infilato cinque giochi consecutivi e chiuso la partita grazie a una volée giocata troppo larga dalla britannica.

Sono stati 365 giorni sicuramente sconvolgenti quelli vissuti da Emma Raducanu dopo il trionfo a New York del 2021: la sua vita è cambiata, come le attese dei fan. I risultati non sono stati quelli che tutti si aspettavano da una vincitrice di Slam: sono arrivate infatti solo 15 vittorie e ben 18 sconfitte da quando ha alzato il trofeo degli Us Open. E’ tornata a New York in circostanze completamente diverse rispetto a un anno fa. Allora giocava da outsider, una qualificata senza aspettative, senza punti da difendere e non era “una da battere”. Ora è tornata come testa di serie, detentrice del titolo e con un'enorme pressione sulle spalle che, a 19 anni, forse non è ancora in grado di reggere.

Solida più che mai quest’anno è invece Alize Cornet, che dopo i suoi primi quarti di finale agli open d’Australia, può celebrare un primato anche a New York: questi Us Open sono il suo 63esimo Slam consecutivo, una striscia iniziata agli open d’Australia del 2007. E’ un record assoluto: ha cancellato quello precedente, 62 settimane, che apparteneva alla giapponese Ai Sugiyama.