Tensione al consiglio dei ministri, Conte irritato da Salvini

Adm

Roma, 23 apr. (askanews) - Il consiglio dei ministri che doveva approvare il Dl crescita è ancora in corso, la tensione tra Lega e M5s è molto alta e, raccontano, lo stesso presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarebbe molto irritato per la scelta di Matteo Salvini di scendere ad annunciare lo stralcio del 'Salva-Roma' poco dopo l'inizio della riunione.

Salvini è uscito per qualche minuto da palazzo Chigi, quando ancora Luigi Di Maio (impegnato in Tv) non era arrivato. Il leader della Lega ha parlato di "stralcio" del 'Salva-Roma', precisando di avere concordato la decisione "con chi c'era", cioé con Conte, i ministri della Lega e gli unici due ministri M5s presenti, la Lezzi e Bonisoli.

Fonti M5s, poi, hanno precisato che non c'era stato nessuno stralcio, mentre Di Maio si è precipitato a palazzo Chigi per riaprire la discussione.

Il confronto è ancora in corso e, raccontano, dalla sala dove è riunito il consiglio dei ministri si sente spesso alzare la voce.