Tensione al gruppo Pd su intervento Renzi domani in Senato

Adm

Roma, 23 lug. (askanews) - La scelta di far intervenire Matteo Renzi a nome del Pd, dopo l'informativa di Giuseppe Conte sul 'Russiagate', agita i senatori Pd. Durante l'assemblea di oggi, raccontano, sono stati almeno tre gli interventi critici: Antonio Misiani, Luigi Zanda, Roberta Pinotti.

L'insofferenza è dovuta al fatto che Renzi, secondo i Misiani, Zanda e Pinotti, avrebbe sostanzialmente messo tutti di fronte al fatto compiuto, annunciando già ieri su Facebook l'intenzione di intervenire. Ogni gruppo parlamentare ha a disposizione un solo intervento e dopo l'annuncio pubblico di Renzi - è stato obiettato - è diventato praticamente impossibile per il Pd farsi rappresentare da qualcun altro.

Marcucci ha spiegato di avere accolto la richiesta di Renzi dopo aver informato il segretario del Pd Nicola Zingaretti, che si sarebbe limitato a rimettere ogni decisione al gruppo parlamentare.