##Tensione a Hong Kong, Cina perde la pazienza ed evoca terrorismo

Mos

Roma, 12 ago. (askanews) - La situazione rischia di degenerare a Hong Kong all'indomani di una giornata di guerriglia urbana da parte dei dimostranti pro-democrazia e di repressione della polizia che, tuttavia, non sembra aver intimidito i manifestanti, oggi massicciamente presenti all'interno dell'aeroporto del territorio semi-autonomo. Intanto, da Pechino, arriva un segnale molto inquietante: nelle proteste - sostiene il governo centrale - ci sono "segni di terrorismo". Una dichiarazione dura, questa, che potrebbe preludere a un ulteriore inasprimento dell'azione poliziesca.

La giornata di ieri è stata dura. Se il sit-in pacifico all'aeroporto dell'ex colonia britannica è continuato, molto partecipato ma senza particolari scontri, nel resto della città ci sono stati diversi momenti di violenza tra polizia e manifestanti, con almeno 40 persone che sono rimaste ferite. Tra queste, una giovane insegnante colpita a un occhio da un proiettile a cuscinetto "bean bag" dalla polizia e che rischia di perderlo. Anche gli agenti lamentano feriti, tra cui un poliziotto ustionato a una gamba da una molotov. (Segue)