Tensione nella maggioranza sul Mes. La strada (stretta) della risoluzione

Giovanni Lamberti

Lavorare ad una risoluzione comune tra M5s e Pd quando l'11 dicembre la discussione sul Mes entrerà nel vivo e i gruppi parlamentari saranno costretti ad esprimersi apertamente. È il tentativo che stanno portando avanti le 'colombe' della maggioranza per evitare che il governo possa cadere su un tema che - dicono sia i deputati e i senatori di M5s e Pd - sarebbe difficile da spiegare agli italiani. È la posizione anche che auspica il presidente del Consiglio che si trova a dover sbrogliare una matassa complicata. Tutto dipenderà da cosa il responsabile dell'Economia riuscirà a spuntare all'Eurogruppo. Perché al di là delle posizioni al momento poco concilianti tra il ministro Gualtieri e il capo delegazione M5s Di Maio, c'è anche da considerare la decisione dei renziani di sfilarsi dal confronto, mantenendo di fatto le mani libere.

Il premier sta cercando di muoversi sul filo dell'equilibrio. Ma le critiche a Salvini, quel "tutti i ministri sapevano", sono state interpretate - anche dai ministri M5s - come un attacco implicito allo stesso Di Maio. "Non era solo un'allusione ma una critica vera e propria", riferisce un esponente del governo pentastellato, sottolineando come il premier pure su questo tema si sia schierato apertamente con il Pd. Una tesi confutata da palazzo Chigi.

Conte - viene spiegato - ha risposto a Salvini e Meloni che lo hanno accusato di alto tradimento, non a Di Maio. E così lo stesso presidente del Consiglio ha voluto smentire voci di screzi con il responsabile degli Esteri che - ha sottolineato il premier - "ha espresso criticità comprensibili". La posizione di Conte però è che non si può buttare tutto all'aria, che finora il negoziato sul Mes è stato un compromesso sancito all'interno di un consesso nel quale fanno parte 18 Paesi, che è da migliorare, che comunque un'apertura da parte di altri leader europei potrà esserci.

I dubbi di Renzi sulla tenuta del governo

Insomma la strada è quella di lasciar aperto il negoziato e guadagnare più tempo, smussando gli angoli. Non escludendo il rinvio qualora la logica del 'pacchetto' non dovesse essere rispettata. Tuttavia il Pd, pur apprezzando come Conte abbia smontato "le bugie" di Salvini, non condivide i continui strappi di Di Maio. E i vertici dem ne avrebbero parlato - rivela un ministro dem - anche con il premier Conte. Intanto si confuta il metodo portato avanti dal capo politico M5s: nascondersi dietro le difficoltà dei gruppi parlamentari non è più una 'scusa' plausibile, altrimenti anche i dem potrebbero replicare lo stesso modello. 

Insomma per dirla con le parole di un 'big' del partito del Nazareno il presidente del Consiglio presto dovrà prendere una decisione. Ovvero se assecondare la linea di Di Maio oppure porre i gruppi parlamentari pentastellati di fronte alle proprie responsabilità. La strada del voto in Aula su tutti i nodi da scogliere difficilmente potrà essere rinviata. Del resto lo stesso Renzi - che nel frattempo ha chiesto un incontro urgente a Conte - lo dice chiaramente: la tenuta del governo? "Non so cosa succedera'... Ci sono tanti temi sul tavolo...".

il malessere dei pentastellati

Il segnale del malessere del Movimento 5 stelle è quell'assenza di Di Maio (che ha riunito i ministri prima del Cdm) durante il dibattito al Senato dove si è rischiato il bis degli incidenti alla Camera, con il sottosegretario pentastellato Santangelo che è quasi venuto alle mani con un gruppo della Lega, tra cui l'ex ministro Centinaio. Di Maio ai suoi lo ha ripetuto nuovamente: "Non accetto più di dire sì a scatola chiusa".

Del resto il Movimento su quella che esponenti come Giarrusso e Paragone definiscono "una nostra battaglia storica" è abbastanza compatto. Lo si è capito quando un senatore del Movimento, prendendo la parola nell'emiciclo, ha difeso il negoziato sul Mes. Sono partite - riferisce una fonte pentastellata - diverse invettive: "Noi dobbiamo criticarlo, non difenderlo".

Sulla stessa linea - dice un altro 'big' pentastellato - lo stesso Di Battista che - confida la stessa fonte - non avrebbe gradito l'intervento del presidente del Consiglio. Conte dunque sempre più sul filo dell'equilibrio. Con il rischio che l'11 dicembre quando si ripresenterà alle Camere la difesa anti-Salvini non possa bastare. A meno che l'Europa non conceda ancora più tempo: una ulteriore dilazione del negoziato permetterebbe a Pd e M5s di compattarsi. Anche con una risoluzione comune. 

  • Eliana Michelazzo senza veli: la foto fa il boom di like
    Notizie
    notizie.it

    Eliana Michelazzo senza veli: la foto fa il boom di like

    Eliana Michelazzo ha fatto impazzire i fan con un reggiseno trasparente e senza veli.

  • Omicidio Yara, Bossetti esce dal carcere? La prova che può scagionarlo
    Notizie
    notizie.it

    Omicidio Yara, Bossetti esce dal carcere? La prova che può scagionarlo

    L'avvocato di Massimo Bossetti ha invocato il riesame del caso dell'omicidio di Yara Gambirasio dopo aver scoperto un dettaglio.

  • "Così sono finito a fare il barbone in attesa della pensione"
    Notizie
    Adnkronos

    "Così sono finito a fare il barbone in attesa della pensione"

    di Lavinia GerardisIl cappello di lana calato sulla fronte, il giubbotto chiuso fino a sotto il mento, Enrico Casali preferisce stare sulla terrazza "perché - dice - così l'impatto col freddo lo sento solo una volta quando esco e poi mi abituo". La terrazza è quella di 'Binario 95', il centro di accoglienza e supporto per persone senza dimora che si trova alla stazione Termini di Roma e che da qualche mese è diventato casa sua. "Ho dormito 7 mesi sui cartoni in mezzo alla strada, alla stazione Termini. Ero diventato un barbone al cento per cento: frugavo anche nell'immondizia - racconta Enrico -. In tutta la mia vita sono stato sempre io l'appoggio di tutti ma mi sono ritrovato in questa situazione in cui non vorrei mai che nessuno si trovasse perché... ho sofferto, ho sofferto tanto". Gli occhi gli si riempiono di lacrime, Enrico si scusa: "Me vie' da piagne", dice in romanesco serrando le labbra prima di iniziare a raccontare la sua storia dal principio. "Io sono nato a Roma nel 1958, faccio 61 anni il 29 dicembre ma non vivo più qui, la mia vita è in Ecuador, il Paese di mia moglie. A ottobre dell'anno passato sono tornato in Italia per prendere il pin dell'Inps e fare i documenti per ottenere la pensione. Ho fatto per 40 anni il muratore: palazzine intere, case, caminetti, forni, di tutto. Sono contento del lavoro che ho fatto ma ora, come giusta regola - dice - mi dovrebbero dare la pensione che mi spetta di diritto. Io ero tornato qua per questo". L'idea di Enrico era quella di restare qualche mese, il tempo di sistemare tutte le pratiche, e nel frattempo tornare a lavorare con il vecchio principale per potersi mantenere e comperare il biglietto di ritorno. Ma le cose non sono andate come sperava. "In poche parole il principale mio pur avendo una ditta grossa ha chiuso, io dopo non ho potuto più lavorare né ricomprare il biglietto per tornare a casa. Mi sono ritrovato solo, senza un soldo e a dormire in mezzo alla strada". Sì perché trovare lavoro a 60 anni, anche se l'esperienza accumulata è grande, nei cantieri come altrove non è facile. E finire per strada per la prima volta nella vita a quell'età è durissima. "Mi sono ammalato, mi è venuta la tubercolosi polmonare sia perché dormivo per terra e non mangiavo più, sia per il lavoro che ho fatto per anni sempre a contatto con la polvere. Sono stato quattro mesi ricoverato in ospedale e grazie a Dio - dice sorridendo con gli occhi mentre guarda Valentina - ho trovato queste persone bravissime di 'Binario 95'. Per me è stato un mezzo miracolo: mi hanno aiutato e accolto e ancora mi stanno aiutando anche per risolvere i miei problemi con la pensione".  Adesso infatti, spiega tra lo speranzoso e lo scettico Enrico, "forse il male va per il bene: con la malattia che ho avuto potrei richiedere un anticipo della mia pensione". E nonostante non abbia raggiunto i 67 anni di età e con "solo 27 anni di contributi versati - spiega Enrico - mi potrebbero dare tre quarti di pensione. E per me va benissimo, non voglio di più. L'importante - conclude - è tornare da mia moglie che è più grande di me e che amo tantissimo e riprendere la mia vita con lei avendo quello che ci basta per vivere tranquilli gli anni che restano".

  • Chi è Martino Iacchetti: curiosità e vita privata del figlio di Enzo
    Notizie
    Style 24

    Chi è Martino Iacchetti: curiosità e vita privata del figlio di Enzo

    Martino Iacchetti è l'adorato figlio di Enzo Iacchetti. Attore e cantautore, non ama ricevere favoritismi. Cosa sappiamo di lui?

  • Gabriel Garko e Gabriele Rossi: cena nel ristorante di famiglia
    Notizie
    notizie.it

    Gabriel Garko e Gabriele Rossi: cena nel ristorante di famiglia

    Nel locale dei genitori Rossi, Gabriele e Gabriel Garko hanno mangiato un trancio di pizza insieme alle amiche Eva Grimaldi e Imma Battaglia.

  • Daniele Scardina: “Io fidanzato con Diletta Leotta? Preferisco…”
    Notizie
    notizie.it

    Daniele Scardina: “Io fidanzato con Diletta Leotta? Preferisco…”

    Daniele Scardina ha spiegato la sua versione su quali sarebbero i rapporti con Diletta Leotta.

  • Dramma in Usa: mamma, papà e figlio combattono contro il cancro
    Notizie
    notizie.it

    Dramma in Usa: mamma, papà e figlio combattono contro il cancro

    Mamma, papà e figlio sono affetti da un cancro diverso: l'intera famiglia Desclefs spera di riuscire a portare avanti la sua attività commerciale.

  • Alessia Marcuzzi incinta: aspetta il terzo figlio?
    Notizie
    Style 24

    Alessia Marcuzzi incinta: aspetta il terzo figlio?

    Alessia Marcuzzi mostra un pancino sospetto durante un dietro le quinte de Le Iene: a Mattino 5 si ipotizza una gravidanza

  • Costanza Caracciolo è incinta: aspetta un secondo figlio da Vieri
    Notizie
    notizie.it

    Costanza Caracciolo è incinta: aspetta un secondo figlio da Vieri

    Un altro fiocco rosa per Bobo Vieri e Costanza Caracciolo: l'annuncio della coppia.

  • Gemma Galgani senza trucco, i fan: “Irriconoscibile”
    Notizie
    notizie.it

    Gemma Galgani senza trucco, i fan: “Irriconoscibile”

    Gemma Galgani senza trucco? La foto lascia i fan sbalorditi perché la Dama è irriconoscibile.

  • Attori a luci rosse, quanto guadagnano i divi italiani?
    Notizie
    notizie.it

    Attori a luci rosse, quanto guadagnano i divi italiani?

    Quanto guadagnano davvero gli attori a luci rosse? Il loro è davvero un mestiere così remunerativo? Le rivelazioni.

  • Prende a schiaffi un uomo che non la fa salire sul bus, ma è sordomuto
    Notizie
    notizie.it

    Prende a schiaffi un uomo che non la fa salire sul bus, ma è sordomuto

    Una donna di 27 anni ha aggredito con una serie di schiaffi un 35enne sordomuto che non la lasciava salire sull'autobus.

  • Lascia un biglietto sul tavolo e sparisce: “Aiutateci a trovarlo”
    Notizie
    notizie.it

    Lascia un biglietto sul tavolo e sparisce: “Aiutateci a trovarlo”

    Scomparso da giorni da Abbiategrasso, Luca Zanini ha lasciato sul tavolo di casa un biglietto con la scritta "Non ho avuto il coraggio, mi dispiace".

  • Fedez: "La rottura con J-Ax? Forse non servivo più. Da Rovazzi neanche un sms dopo la nascita di Leone"
    Notizie
    HuffPost Italia

    Fedez: "La rottura con J-Ax? Forse non servivo più. Da Rovazzi neanche un sms dopo la nascita di Leone"

    Le paure, le gioie, i dolori per le amicizie finite e la voglia di guardareavanti.

  • Maurizio Cattelan, venduta la banana attaccata al muro: il prezzo
    Notizie
    notizie.it

    Maurizio Cattelan, venduta la banana attaccata al muro: il prezzo

    "Comedian", la banana attaccata al muro di Maurizio Cattelan, è stata venduta: l’opera dell’artista padovano è stata esposta ad Art Basel

  • Oltre 50 orsi polari scendono in un villaggio russo, gli abitanti li sfamano
    Notizie
    AGI

    Oltre 50 orsi polari scendono in un villaggio russo, gli abitanti li sfamano

    Evidentemente spinti dalla fame, cinquantesei orsi polari si sono spinti fino ai bordi di un villaggio abitato, nell'estremo settentrione russo, e sono stati sfamati dagli abitanti locali. Il branco di orsi polari è arrivato a Ryrkaypiy, nella regione autonoma della Chukotka, perché il ghiaccio sulla superficie marina è troppo sottile per consentire loro di spingersi a caccia. E allora gli abitanti si sono decisi ad aiutarli: hanno disposto alla periferia del centro abitato carcasse di trichechi in modo che i bianchi plantigradi possano sfamarsi.Non tutto funziona come dovrebbe, in realtà, almeno a sentire una delle responsabili di un'organizzazione ambientalista locale: i maschi più forti allontanano le femmine e i piccoli dal cibo, ha spiegato Tatiana Minenko all'agenzia Ria Novosti. Gli esemplari sono 56, ha raccontato, "ci sono tanto adulti che piccoli.... femmine con i cuccioli di diversa eta'", tutti comunque piuttosto smagriti. Il branco è insediato solitamente a Cape Schmidt, ad appena un paio di chilometri da Ryrkaypiy."Se il ghiaccio fosse stato abbastanza solido gli orsi, o almeno alcuni di loro, sarebbero già scesi in acqua, per cacciare le foche o la lepre marina (un mollusco; ndr)", ha aggiunto Mickail Stishov (Wwf). Adesso si spera che il clima faccia la sua parte: secondo i servizi meteorologici, interpellati da Ria Novosti, a partire da sabato dovrebbero calare le temperature e dunque, a partire dall'11 dicembre, formarsi uno strato di ghiaccio solido a sufficienza perché gli orsi vi si possano avventurare.

  • Studentessa morta a Brescia, l’autopsia: “Non fu meningite fulminante”
    Notizie
    notizie.it

    Studentessa morta a Brescia, l’autopsia: “Non fu meningite fulminante”

    La studentessa morta nello Spedale Civile di Brescia non è stata colpita da una meningite fulminante: l'autopsia ha chiarito i motivi del decesso.

  • Bimbi maltrattati a Varese: maestra ha rapporti nella stanza d’asilo
    Notizie
    notizie.it

    Bimbi maltrattati a Varese: maestra ha rapporti nella stanza d’asilo

    Una maestra è stata sospesa per maltrattamenti ai bimbi dell'asilo dove lavorava. Inoltre, consumava rapporti di nascosto col proprio compagno.

  • Gabriele Bonci dimagrito 40 chili: che succede al volto di Pizza Hero?
    Notizie
    Style 24

    Gabriele Bonci dimagrito 40 chili: che succede al volto di Pizza Hero?

    Gabriele Bonci, re indiscusso della pizza e conduttore di Pizza Hero – La sfida dei forni, è dimagrito ben 40 chili.

  • Sardine nere in corteo a Napoli, ecco chi sono
    Notizie
    Adnkronos

    Sardine nere in corteo a Napoli, ecco chi sono

    Domani dalle 10 da Piazza Garibaldi partirà il corteo delle Sardine Nere del Movimento Migranti e Rifugiati di Napoli. "Chi sono le Sardine Nere? Sono tutte quelle sardine che non sono potute scendere nelle piazze italiane di queste ultime settimane, perché considerate diverse dalle altre Sardine", spiega l’Ex Opg di Napoli lanciando l'iniziativa su facebook.  "Le Sardine Nere sono quelle sardine che hanno attraversato il deserto, sono fuggite ai campi libici e adesso nuotano nel Mare della burocrazia e del razzismo istituzionale. Le Sardine Nere aspettano di avviare da mesi la procedura per il riconoscimento della protezione internazionale, aspettano il loro permesso ancora bloccato negli uffici immigrazione. Da quando è entrato in vigore il Decreto Sicurezza di Matteo Salvini non riescono a convertire la protezione umanitaria in permesso di soggiorno per lavoro. Così facendo sono condannate a nuotare silenziosamente dentro a un mare di odio, invisibilità, razzismo e sfruttamento. Ma domani le Sardine Nere riprenderanno le loro voci e attraverseranno il centro della città nuotando contro le onde degli abusi e dell’indifferenza della questura immigrazione. Vite troppo importanti per rimanere bloccate".

  • Interruzione energia elettrica: in arrivo un rimborso da 45 milioni
    Notizie
    notizie.it

    Interruzione energia elettrica: in arrivo un rimborso da 45 milioni

    Gli operatori nazionali dovranno versare ai consumatori un rimborso di 45 milioni di euro per le interruzioni di energia elettrica avvenute nel 2018.

  • Il custode che ha ucciso il ladro: "Ho mirato verso il capanno, volevo solo spaventarli"
    Notizie
    HuffPost Italia

    Il custode che ha ucciso il ladro: "Ho mirato verso il capanno, volevo solo spaventarli"

    "Non volevo uccidere, cercavo solo di farli andare via e ho sparato verso icampi, nel buio".

  • Incidente sulla metro a Milano: convoglio frena di colpo a San Babila
    Notizie
    notizie.it

    Incidente sulla metro a Milano: convoglio frena di colpo a San Babila

    Incidente nella metro di Milano, dove alla stazione di San Babila un convoglio ha frenato troppo bruscamente causando il ferimento di 15 persone.

  • Maresciallo morto sulla Maiella, il cane dà l’ultimo saluto al padrone
    Notizie
    notizie.it

    Maresciallo morto sulla Maiella, il cane dà l’ultimo saluto al padrone

    Presente ai funerali del maresciallo Fabio Cicone anche l'inseparabile amico a quattro zampe Sheela

  • Gianfranco Vissani: “Le donne in cucina sono deboli”
    Notizie
    notizie.it

    Gianfranco Vissani: “Le donne in cucina sono deboli”

    La frase di Gianfranco Vissani ha fatto andare Michela Murgia su tutte le furie.