Tensione tra Turchia e Grecia: urtata fregata greca

Giacomo Galanti
·1 minuto per la lettura
(Photo: ADEM ALTAN via Getty Images)
(Photo: ADEM ALTAN via Getty Images)

Sale la tensione tra Grecia e Turchia nel Mediterraneo orientale per le esplorazioni petrolifere di Ankara dopo un duello navale nelle acque a est dell’isola di Rodi. Secondo la ricostruzione dei media turchi, questa notte la fregata greca Limnos ha compiuto una manovra di disturbo nei confronti della nave da esplorazione turca Oruc Reis, attualmente nelle acque contese tra Turchia e Grecia, a est di Rodi. Sarebbe a questo punto intervenuta la nave turca di scorta Kemal Reis, che ha fronteggiato la fregata greca, irtandola, danneggiandola e costringendola al rientro.

Secondo il giornale greco Ekatemirini, c’è stata una collisione dovuta apparentemente ad un errore di manovra della nave da guerra turca, che avrebbe riportato i danni maggiori. La nave greca aveva partecipato nelle ore precedenti ad una manovra militare con i francesi. La crisi tra grecia e Turchia sarà oggi sul tavolo del vertice straordinario dei ministri degli Esteri dell’Ue.

“Lo avevamo detto, se ci attaccano pagheranno un prezzo altissimo. Oggi hanno avuto la prima risposta”. Così il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha commentato lo scontro al largo di Rodi. Fonti diplomatiche greche sostengono che la rivendicazione di Erdogan serva solo a giustificare gli “ingenti danni riportati dalla nave turca”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.