Tensioni al funerale di Miriam Ciobanu: la madre scaccia il fidanzato: "Per rispetto non dovevi venire"

Miriam Ciobanu
Miriam Ciobanu

Ci sono state delle tensioni ai funerali di Miriam Ciobanu, la ragazza di 22 anni travolta e uccisa a Paderno di Pieve del Grappa nella notte di Halloween da un auto guidata da un coetaneo in stato di ebrezza. La mamma Adriana ha detto al fidanzato della ragazza, Tommaso Dal Bello che “per rispetto non avrebbe dovuto presentarsi alle esequie”. I due avevano litigato prima che Miriam decidesse di tornare a casa a piedi, poi l’incidente.

Il giovane, 19 anni, è giunto al funerale accompagnato dal padre. Tommaso aveva trascorso con Miriam gli ultimi momenti prima dell’incidente proprio nella casa di lui. Avevano litigato e lei, dopo aver provato a telefonare al padre, aveva deciso di ritornare a casa dei genitori a piedi.

I funerali di Miriam Ciobanu

I funerali di Miriam Ciobanu si sono svolti in presenza di 500 persone che volevano dare un ultimo saluto alla ragazza e stare vicino alla mamma Adriana, il padre Giovanni e la sorella Charlie.

Nei primi banchi, accanto alla famiglia, erano presenti anche tre sindaci Luigino Ceccato per Fonte, Annalisa Rampin per Pieve del Grappa e Fabio Marin, primo cittadino di San Zenone degli Ezzelini, il comune a cui appartiene Alessandro Giovanardi, 23 anni, l’automobilista alla guida della vettura sotto effetto di alcol e droga che ha travolto e ucciso Miriam.

“Sei bella Miriam – ha detto il parroco Don Gabriele Fregonese, davanti alla bara – bella nella tua giovinezza, nei tuoi occhi intensi e profondi, bella nel tuo nome. Miriam avvolta nel dolore per questo incomprensibile distacco e dolore. Proprio oggi vogliamo parlare di bellezza per salutarti nel migliore dei modi, bellezza che possa dare un senso a quello che un senso non ha”.

LEGGI ANCHE: