Tenta di rapire una bambina da un passeggino, docente arrestato a Torino

·1 minuto per la lettura

AGI - Un insegnante di 57 anni, con disturbi psichici, è stato arrestato dalla polizia municipale di Torino, dopo aver tentato di rapire dal passeggino una bimba all'interno di un bar. L'episodio è avvenuto ieri mattina in corso XI Febbraio, poco distante dal centro. Come documentato dalle immagini delle telecamere di sicurezza del bar, il professore è entrato nel locale una prima volta, attirato dal passeggino fermo vicino all'ingresso, dove dormiva la bambina di poco più di nove mesi.

Allontanato dal papà per le troppe attenzioni dedicate alla piccola, l'uomo è tornato una seconda volta e, cogliendo di sorpresa le persone presenti in sala, compresi i genitori della bimba, ha afferrato in maniera rapida e violenta il passeggino nel tentativo di portarlo fuori dal locale.

Il titolare del bar è riuscito a intervenire. L'insegnante è stato accerchiato dal papà della bimba e da altre persone, ma è comunque riuscito a fuggire per poi essere fermato dalla pattuglia di polizia. L'uomo è apparso in stato confusionale e non è riuscito a dare una spiegazione dell'accaduto.

Gli accertamenti di rito hanno evidenziato che si tratta di un professore di ruolo di un Istituto Superiore di Torino, che già in passato aveva dato segni di disturbi comportamentali, trattati dal Reparto psichiatrico dell'ospedale Molinette. Negli ultimi giorni, il 57enne, con un precedente giudiziario per tentato omicidio, non si è presentato al lavoro.

Inoltre, dall'ospedale hanno fatto sapere che ultimamente le terapie consigliate non erano seguite in maniera adeguata dal paziente. Su disposizione del magistrato di turno, l'uomo è stato quindi tratto in arresto per tentato sequestro di persona e trasferito al carcere Lorusso e Cutugno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli