Tenta un furto: rom pestata davanti alla figlia piccola. "Mai assistito a tanta ferocia"

Huffington Post

Una giornalista di Rai News 24, Giorgia Rombolà, ha raccontato sul suo profilo Facebook la scena a cui ha dovuto assistere impotente alle fermata della metro di San Giovanni, a Roma.

Una giovane, probabilmente rom, tenta di rubare il portafoglio a qualcuno. La acciuffano e ne nasce un parapiglia, la strattonano, la bimba che tiene per mano di circa 3 anni cade sulla banchinae sbatte sul vagone.

La giornalista dice come i vigilantes siano stati pronti a fermare la donna, ma che al corpo a corpo si sia aggiunto un uomo, molto alto e robusto, probabilmente la vittima del tentato furto, che ha preso la donna, l'ha sbattuta contro al muro, l'ha presa per i capelli e l'ha picchiata. Tutto questo davanti agli occhi della bambina che piangeva. Rombolà ha provato a intervenire per fermare la violenza.


"'Non puoi picchiarla, non puoi picchiarla'. Ma non si ferma. Io urlo ancora più forte, sembro una pazza". È a questo punto che la giovane rom viene portata via dai vigilantes. Il signore che l'ha picchiata se ne è andato urlando. "Io risalgo sul treno", prosegue il racconto, "È lì vengo circondata. Un tizio che mi insulta dandomi anche della puttana dice che l'uomo ha fatto bene, che così quella stronza impara".

Il clima all'interno del vagone si scalda. I presenti iniziano a inveire contro la giornalista, altri fanno finta di niente, altri ancora commentano soddisfatti ad alta voce la scena appena vista. "Dicono che chissenefrega della bambina, tanto rubano anche loro, anzi ai piccoli menargli e ai grandi bruciarli".

"Intorno a me, nessuno che difenda non dico me, ma i miei argomenti", scrive scioccata la Rombolà. "Cammino verso casa, mi accorgo di avere paura, mi guardo le spalle. E scoppio a piangere. Perché finora questa ferocia l'avevo letta, questa Italia l'avevo raccontata. E questo, invece, è successo a me".

Continua a leggere su HuffPost