Tentato infanticidio: gravissima una bambina nel Milanese

Tentato infanticidio: gravissima una bambina nel Milanese (Getty)
Tentato infanticidio: gravissima una bambina nel Milanese (Getty)

Tentato infanticidio nel Milanese, dove una bambina di 8 mesi è ricoverata in gravissime condizioni dopo essere stata colpita con ripetuti calci, pugni e schiaffi dal compagno della madre.

L’aggressione ai danni della piccola, in cura all’ospedale di Bergamo, è avvenuta sabato pomeriggio a Casarile (Milano).

L'uomo accusato delle violenze sulla piccola, attualmente in stato di fermo e reo confesso, è un italiano di 28 anni con precedenti. A chiamare i soccorsi è stata la nonna: la bimba è stata subito trasportata al Policlinico San Matteo di Pavia.

LEGGI ANCHE: Chat shock di Alessia Pifferi: la mamma di Diana voleva una "bella vita senza figli"

Inizialmente la madre e il compagno avrebbero raccontato che la piccola era caduta dal fasciatoio, ma i medici del San Matteo di Pavia avrebbero riscontrato ferite e contusioni sospette. Da qui la segnalazione ai carabinieri e le successive indagini. Visto la gravità delle sue condizioni, la bambina è stata successivamente trasferita a Bergamo.

Sull’aggressione sta indagando la Procura di Pavia per appurare altre eventuali responsabilità oltre a quelle del patrigno.

LEGGI ANCHE: Bimba morta di stenti, alla madre Alessia Pifferi profumi e soldi in carcere

GUARDA ANCHE: Violenze su pazienti di una Rsa nel foggiano, quattro arresti