Tentato suicidio a Corsico: pensionato si getta nel Naviglio

Corsico pensionato salvato Naviglio

Voleva farla finita lanciandosi nel Naviglio: un pensionato di Corsico avrebbe tentato il suicidio nella notte tra martedì 12 e mercoledì 13 novembre. L’uomo è stato salvato dall’intervento dei Carabinieri. Solo pochi giorni prima, un uomo di 53 anni si è tolto la vita gettandosi sui binari della stazione Corvetto, sulla M3.

Corsico, tentato suicidio nel Naviglio

Durante la notte tra il 12 e il 13 novembre, verso le 2:00, alcuni passanti hanno assistito a una scena allarmante. Un uomo anziano era in procinto di gettarsi nelle gelide acque del Naviglio Grande lungo via Alzaia Trento a Corsico. Gli astanti, preoccupati da quanto visto, hanno immediatamente avvertito il 112. I militari del Nucleo radiomobile della Compagnia di Corsico sono intervenuti prontamente e hanno salvato l’uomo appena in tempo. È bastato loro afferrare il braccio dell’anziano dalla riva, senza immergersi. In questo modo sono riusciti a tirar fuori il potenziale suicida dal canale. L’uomo si è scoperto essere un settantasettenne, vedovo e incensurato.

Poco dopo è giunto sul posto il personale del 118 a bordo di un’ambulanza. I soccorritori hanno prestato soccorso al pensionato, estratto in extremis dal Naviglio. Sul luogo erano presenti anche i vigili del fuoco. L’uomo è stato quindi trasportato d’urgenza all’ospedale San Paolo di Milano, dove è stato accolto in codice rosso. La presenza di passanti nella zona è stata una fortunata coincidenza, in quanto il loro avviso ha permesso il provvidenziale intervento dei Carabinieri. Infatti, l’uomo non è in pericolo di vita, ma non ha ancora rivelato le motivazioni che lo hanno spinto a un gesto tanto estremo.