Teramo, rinvenuta la porta del Bataclan rubata nel 2019

porta-bataclan

Nella giornata del 10 giugno i carabinieri della compagnia di Alba Adriatica, in provincia di Teramo, hanno comunicato di aver ritrovato la porta dell’uscita di sicurezza del Bataclan che era stata trafugata il 26 gennaio del 2019. La porta era divenuta celebre per essere stata decorata dal famoso street artist Banksy con un murale raffigurante una donna in lutto, in memoria dell’attentato terroristico che il 13 novembre del 2015 provocò 90 vittime proprio all’interno del locale della capitale francese.

Teramo, ritrovata porta del Bataclan rubata

Il ritrovamento della porta è avvenuto al termine di un’indagine condotta dalla Procura distrettuale dell’Aquila ed è stato comunicato dallo stesso procuratore Michele Renzo, che ha dichiarato in una nota ufficiale: “Il ritrovamento è stato possibile a seguito di indagini condotte dalla Procura distrettuale in collaborazione con gli organi di polizia e con la magistratura francese. Ulteriori dettagli sulla scoperta verranno forniti in una conferenza stampa che è stata indetta per giovedì 11 giugno.

Il furto dell’opera era stato compiuto da un gruppo di persone a volto coperto che erano state riprese dalle telecamere di sorveglianza poste all’esterno del Bataclan. Alle domande sul perché la porta non fosse stata posta in un luogo più sicuro, i gestori del locale avevano all’epoca risposto con le seguenti parole: “L’essenza dell’arte urbana è dare vita a un’opera d’arte in un certo ambiente e crediamo che questa opera avrebbe potuto avere senso solo in questo luogo. Ed è per questo motivo che volevamo lasciarla, libera, per la strada, accessibile a tutti”.