Terapia intensiva neonatale di Chieti, due neonati contagiati da coronavirus

·2 minuto per la lettura
covid
covid

Una coppia di gemelli di appena 27 giorni è stata ricoverata in Terapia Intensiva Neonatale presso l’ospedale di Chieti. I neonati sono stati posti in isolamento dopo essere risultati positivi al coronavirus.

Chieti, due gemelli di 27 giorni positivi al Covid: disposto il ricovero in terapia intensiva

Nella mattinata di martedì 4 gennaio, due gemelli di soli 27 giorni sono stati ricoverati d’urgenza presso il reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale “Santissima Annunziata” di Chieti, in Abruzzo. I neonati sono stati trasferiti in isolamento dopo essere risultati positivi al SARS-CoV-2.

Sulla base delle informazioni sinora diffuse, i bambini presentano difficoltà respiratoria iniziale e vengono assiduamente monitorati e assistiti dai neonatologi che compongono l’unità operativa di neonatologia di Chieti, diretta dal medico Diego Gazzolo.

Chieti, due gemelli di 27 giorni positivi al Covid: l’arrivo al pronto soccorso

Il ricovero al Santissima Annunziata di Chieti è stato disposto nel momento in cui la madre dei neonati ha notato che entrambi i bimbi presentavano una condizione di marcato malessere e ha deciso di recarsi al pronto soccorso dell’ospedale. A questo punto, i piccoli sono stati presi in carico dal personale medico e sono stati sottoposti ad alcuni accertamenti preliminari. Tra i test preliminari, vi era anche il tampone per verificare la positività al Covid che ha, effettivamente, dimostrato l’avvenuto contagio.

Successivamente, i gemelli sono stati visitati dall’equipe di neonatologi del nosocomio che hanno individuato sofferenza respiratoria e ordinato il ricovero in Terapia Intensiva Neonatale.

Chieti, due gemelli di 27 giorni positivi al Covid: il quadro clinico dei neonati

In seguito al ricovero, l’equipe di neonatologi del Santissima Annunziata di Chieti sta monitorando in modo assiduo e costante le condizioni cliniche dei gemelli che, al momento, sembrano essere sotto controllo.

Per quanto riguarda l’avvenuto contagio dei neonati, si suppone che sia avvenuto entro le mura domestiche in virtù della precedentemente accertata positività al Covid del padre dei bambini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli