Terna apre innovation hub a Milano per sviluppo rete intelligente

Terna apre innovation hub a Milano per sviluppo rete intelligente

Pero (Mi), 17 dic. (askanews) – Dopo quelli di Torino e Napoli Terna apre alle porte di Milano, all’interno della sede di Pero, il suo terzo hub per l’innovazione. Un laboratorio dove sviluppare strumenti e competenze per una gestione della rete elettrica sempre più “intelligente”, come impone la diffusione delle fonti rinnovabili. L’obiettivo è elaborare modelli avanzati di simulazione e previsione, frutto dell’integrazione di competenze diverse e della collaborazione con realtà esterne come università, centri di ricerca, startup e imprese.

“Pensiamo al Montenegro e alla connessione che abbiamo recentemente attivato: quelle connessioni – ha osservato la presidente di Terna, Catia Bastioli – sono anche un modo per risparmiare energia in maniera significativa, per andare a prendere, nei momenti di difficoltà, energia ovunque essa sia, connettere l’Europa, ed è una connessione anche culturale, quindi intorno alle reti si scarica un po’ tutta la rivoluzione delle innovazioni perché non è tanto il fatto di avere una fonte di energia rinnovabile come l’eolico, ma è proprio il fatto mettere a sistema e far colloquiare tutti i vari sistemi tra di loro”. L’hub milanese si articolerà in due distinti laboratori, uno dei quali focalizzato sullo sviluppo di algoritmi e strumenti avanzati di simulazione e previsione attraverso l’interazione con startup e aziende innovative.

“Di dati ce ne sono sempre di più quindi la sfida è utilizzarli bene perché poi il dato è una condizione necessaria, non è il punto di arrivo e francamente non lo è neanche l’algoritmo. La sfida è abilitare questo ciclo di vita dell’intelligenza artificiale e portalo nei processi” ha fatto notare Pietro Rota, amministratore delegato di Orobix. L’hub milanese fa parte del piano di Terna per l’innovazione e la digitalizzazione nel quale il gruppo investirà circa 700 milioni di euro nei prossimi cinque anni.