Terrapiattisti a Milano: mega convegno con Diego Fusaro

terrapiattisti milano convegno

Domenica 24 novembre al The Hub Hotel di Milano è in programma un colossale raduno di terrapiattisti. Gli organizzatori hanno annunciato che verranno svelate verità sensazionali, ragion per cui la partecipazione costa cara: 25 euro è il prezzo per l’ingresso. L’evento vedrà inoltre la presenza dell’opinionista Diego Fusaro.

Terrapiattisti a Milano: il mega convegno

Non sarà un convegno qualsiasi. L’incontro dovrebbe durare circa sette ore e mezza, durante le quali i terrapiattisti si riuniranno a Milano per esporre le proprie teorie. Saranno numerose le tematiche da affrontare con l’ausilio di ospiti come Diego Fusaro: filosofo e leader di Vox. L’inizio è fissato per le ore 9:00; si discuterà fino alle 13:00 e seguirà una pausa di un’ora e mezza, per poi riprendere e infine concludere alle 18:00.

Viste la cautela e la riservatezza relative agli argomenti trattati, il costo previsto per accedere a un nuovo orizzonte scientifico è di 25 euro. L’evento non è ancora stato particolarmente propagandato e ben poche sono le indiscrezioni circolate. La conferenza stampa ufficiale di presentazione si terrà sabato 23 novembre alle 15:00. Il luogo? Niente di meno che Piazza Duomo, e, come riporta la locandina, se dovesse piovere si svolgerà “nell’adiacente Galleria Vittorio Emanuele II”.

Gli argomenti affrontati durante l’evento

La locandina ufficiale del convegno riporta schematicamente il programma dell’evento coi relativi oratori. La presentazione d’esordio è riservata ad Anna Facciolo. Seguirà Agostino Favari, uno dei massimi esponenti del terrapiattismo, il cui intervento verterà intorno a una curiosa dimostrazione: la rivalutazione della distanza tra Sole e Terra. A spregio della valutazione scientifica, Favari ritiene che tra stella e pianeta ci siano appena 5.000 km, smentendo l’immediata disintegrazione della Terra da parte dell’energia solare.

Come se non bastasse, il terrapiattista è pronto a negare l’esistenza di un’effettiva curvatura terrestre tra Civitavecchia e l’Isola del Giglio. La tesi sarebbe volta a dimostrare tramite incontestabili prove empiriche la conformazione piatta del pianeta, escluso il dislivello altimetrico. A supporto di questa teoria interverrà Danilo Ruggeri, pronto a fornire la testimonianza di un pilota. La sonda Augusta, lanciata in orbita dai terrapiattisti a settembre, presenterà inoltre il resoconto del suo viaggio come ulteriore prova.

Un altro esponente del movimento, Albino Galuppini, parlerà di “astronomia zetetica” e falsificherà il modello eliocentrico. Secondo la filosofia scettica le teorie zetetiche riguardano l’arte di essere alla costante ricerca della verità e servirebbero a confutare la teoria astronomica per cui il Sole si troverebbe al centro del Sistema Solare e dell’Universo (dichiarata tra l’altro superata dalla scienza ufficiale). Infine, un grande classico tra le rivelazioni: l’uomo non è mai stato sulla Luna.

La partecipazione di Diego Fusaro

Ospite d’onore del convegno sarà però il turbofilosofo Diego Fusaro, ormai celebre grazie ai suoi interventi televisivi durante i quali ha sfoggiato un linguaggio tanto raffinato quanto incomprensibile. Durante il suo intervento analizzerà l’evoluzione del pensiero cosmologico nel corso di 1.200 anni, da Tolomeo a Copernico.

Ma il vero argomento clou del suo discorso sarà relativo alla forma di governo identificata come “Laocrazia“, ovvero una forma di governo di “non professionisti”: gente comune, persone senza esperienza.