Terremoto Albania, attivata come Cross centrale 118 Pistoia-Empoli -2-

red/Rus

Roma, 27 nov. (askanews) - "La scelta della Centrale operativa del 118 di Pistoia e Empoli come CROSS, circa tre anni fa, ci aveva riempito di orgoglio e spronato anche a fare del nostro meglio per continuare a meritare questo ruolo - è il commento dell'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi - Il terremoto che ha colpito duramente l'Albania è la prima occasione per coordinare i soccorsi fuori dai confini nazionali. Un grazie a tutti quanti, operatori e volontari, contribuiscono a far funzionare al meglio la CROSS".

"La centrale CROSS - ha detto l'assessore alla Protezione civile Federica Fratoni - ha rappresentato un grande investimento per la Regione Toscana nelle grandi emergenze, tanto che siamo diventati un punto di riferimento a livello nazionale e questa nostra funzione oggi assicura un supposto a popolazioni duramente colpite dal sisma alle quali esprimiamo tutta la nostra solidarietà. Un ringraziamento va soprattutto agli operatori e ai volontari toscani che sono impegnati in Italia e a Durazzo e nelle aree colpite dal sisma per il grande impegno e per il lavoro prezioso che stanno offrendo".

La CROSS funge da interfaccia tra la zona colpita dalla calamità (che in questo caso è fuori d'Italia) e tutte le regioni, attraverso il Dipartimento nazionale di Protezione civile. Svolge le attività sanitarie di emergenza, fornendo ambulanze, elisoccorsi, moduli sanitari con posti medici avanzati e la ricerca di posti letto al di fuori della zona interessata dall'evento. Questi gli eventi in cui la CROSS di Pistoia-Empoli è stata attivata entro i confini nazionali: terremoto del Centro Italia del 30 ottobre 2016; hotel Rigopiano gennaio 2017; terremoto di Ischia agosto 2017; crollo del ponte Morandi agosto 2018.