Terremoto Albania, parenti rimasti feriti: 25enne tenta suicidio

terremoto albania suicidio

Il terremoto che ha colpito l’Albania ha provocato la morte di decine di persone, oltre ad enormi disagi. Una ragazza di 25 anni, residente ad Ancona, ha scoperto che alcuni suoi parenti sono rimasti gravemente feriti a seguito delle scosse di terremoto ed ha accusato un crollo emotivo.

La 25enne ha minacciato di gettarsi dal balcone di casa posto a circa 10 metri d’altezza. La vicenda è successa nella notte tra giovedì 28 e venerdì 29 Novembre 2019 in via Lamaticci ad Ancona, nella zona vicina alla stazione ferroviaria.

Intorno alle 1.15 di notte, è arrivata una segnalazione al 113. Immediatamente sono intervenuti i poliziotti della Squadra volanti. Gli agenti sono riusciti a entrare nel palazzo, avvicinare la ragazza, immobilizzarla e riportarla dentro casa senza conseguenza.

Terremoto Albania: 25enne tenta suicidio

In base ad una prima ricostrizione, la 25enne si era posizionata con entrambe le gambe fuori dal balcone e, alla vista degli agenti, avrebbe urlato: “Basta…lasciatemi stare, mi butto giù, voglio morire”. Fortunatamente gli agenti sono riusciti a salvarla. I poliziotti l’hanno afferrata per la vita e le braccia e l’hanno messa al sicuro. Successivamente, i sanitari della Croce gialla si sono presi cura della ragazza, trasportandola in ospedale per tutti i controlli del caso.

Nel frattempo, il bilancio delle vittime del terribile terremoto è, purtroppo, in continuo aumento. Durante la mattina di ieri, venerdì 29 Novembre 2019, ad essere estratta dalle macerie era stata una famiglia composta da madre e tre figli, ritrovati a letto abbracciati. Il terremoto li ha sorpresi nel sonno e non gli ha dato il tempo di mettersi in fuga.