Terremoto in Bosnia-Erzegovina: torna la paura per una scossa di 4.1

terremoto bosnia

Alle ore 4 di domenica 1 dicembre è stata rilevata una scossa di terremoto di magnitudo pari a 4.1 nel Sud della Bosnia-Erzegovina. Dopo la violenta scossa di ieri sera in Albania, torna la paura. Da quanto si apprende non vi sarebbero feriti al momento, ma le informazioni sono ancora pochissime e frammentarie. Il sisma ha avuto epicentro vicino Nevesigne, a circa 300 km a nord-est dell’epicentro del forte terremoto che aveva colpito l’Albania pochi giorni fa. L’ipocentro, invece, è stato rilevato a 5 chilometri di profondità.

Terremoto in Bosnia-Erzegovina

Torna la paura nei pressi dell’Albania: all’alba di domenica 1 dicembre, intorno alle ore 4 del mattino, una nuova scossa di terremoto ha colpito la Bosnia-Erzegovina. Secondo le primissime informazioni il sisma ha avuto una potenza di 4.1 di magnitudo. Inoltre, da quanto si apprende l’epicentro si trovava a circa 300 km verso nord-est rispetto al tremendo terremoto che ha colpito l’Albania pochi giorni fa. La scossa è stata avvertita vicino a Nevesigne, ma anche nei territori limitrofi. L’ipocentro, invece, è stato segnalato a 5 chilometri di profondità. Secondo i dati e le informazioni diffuse dal servizio geologico statunitense Usgs, non vi sarebbero persone ferite.

La scossa si è verificata a poche ore di distanza dal precedente sisma che ha colpito la zona di Durazzo, in Albania. Nella serata di sabato 30 novembre, infatti, la terra ha tremato con una potenza di 4.5 di magnitudo. Il sisma, rilevato poco prima delle ore 23, è stato avvertito anche a Tirana.