Terremoto in Calabria: tre nuove scosse all’alba vicino a Cosenza

terremoto cosenza

Tre nuove scosse di terremoto hanno colpito la Calabria, molto vicino alla provincia di Cosenza. Il sisma rilevato dai sistemi dell’Ingv, aveva una potenza pari a 2.6 gradi di magnitudo sulla scala Richter. La popolazione lo ha avvertito distintamente alle ore 6:58 di lunedì 20 gennaio 2020. L’epicentro della scossa, inoltre, era localizzato a 6 chilometri da Albi (Cosenza) e l’ipocentro a una profondità di 6 chilometri. Al momento non si registrano danni a cose o persone. Poco prima, alle ore 5:55 un’altra scossa di magnitudo pari a 2.1 ha scosso la zona e un’ulteriore scossa alle ore 6:06 aveva invece potenza pari a 2.9.

Calabria, terremoto in provincia di Cosenza

Un’altra scossa di terremoto di magnitudo pari a 2.6 è stata registrata nella mattinata di lunedì 20 gennaio a Cosenza, in Calabria. La profondità del sisma era di 6 chilometri, mentre l’epicentro si trovava a 6 chilometri da Albi. La terra ha tremato anche poco prima, sempre lunedì 20 gennaio alle ore 5:55, con una scossa più lieve di potenza pari a 2.1 sulla scala Richter. In mattinata, alle ore 6:06 un’altra lieve scossa di magnitudo 2.9 ha colpito anche le città di Taverna, Magisano, Sorbo San Basile, Fossato Serralta, Zagarise, Pentone. Infine, già lo scorso 16 gennaio la popolazione era scesa in strada in seguito a una scossa di magnitudo pari a 4 gradi. In quest’ultimo caso i cittadini non avevano subito alcuna conseguenza. La situazione rimane monitorata nonostante non si registrino danni a cose o persone.