Terremoto in Cile, forte scossa di magnitudo 6.6 al largo della costa

terremoto-cile

Allarme in Cile per una violenta scossa di terremoto che ha colpito il paese sudamericano alle 17:57 (ora italiana) del 29 settembre. Il sisma – inizialmente calcolato in 7.2 gradi della scala Richter e successivamente abbassato a 6.6 gradi – aveva come epicentro una zona in mare aperto antistante le coste della città di Punta Carranza e a 66 chilometri circa dalla città di Constituciòn, nella regione di Maule.

Terremoto in Cile

Nello stesso momento, l’United States Geological Survey ha calcolato l’ipocentro della scossa a circa sedici chilometri di profondità, il che la caratterizzerebbe come un terremoto superficiale. Al momento non si registrano danni a cose o persone, nonostante molte persone abbiano avvertito numerosi edifici muoversi nella capitale Santiago. Il governo cileno non ha inoltre ancora emanato alcuna allerta tsunami, anche se la situazione è al momento tenuta sotto osservazione.

Il sisma del 26 settembre

Il terremoto di oggi arriva a pochi giorni dal sisma che ha colpito il Cile nella giornata del 26 settembre. In quell’occasione la scossa, di magnitudo 6.1 della scala Richter, ha interessato la regione dei Laghi nella zona meridionale del Paese. L’evento tellurico ebbe come epicentro la cittadina di Petrohué, a pochi chilometri dal confine con l’Argentina, mentre l’ipocentro era situato a ben 128 chilometri di profondità. Anche in quel caso, le autorità di Santiago non registrarono danni o feriti e non diramarono alcuna allerta tsunami.