Terremoto in Cile, scossa di 6.1 gradi colpisce la regione di Coquimbo

terremoto-cile-scossa

Paura in Cile, dove poco prima delle 23 ora italiana una forte scossa di terremoto ha colpito le coste della zona centrale del paese sudamericano, per la precisione nella regione di Coquimbo. La potenza del sisma, come riportato anche dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, è stata calcolata in 6.1 gradi della scala Richter ed è stata avvertita sia a Valparaiso che nella capitale Santiago.

Terremoto in Cile

Al momento non si hanno notizie di morti o feriti, cosi come non ci sono stati danneggiamenti alle infrastrutture del paese. L’epicentro del terremoto è stato localizzato a circa 8 chilometri dalla città di Illapel, mentre l’ipocentro è situato a circa 54 chilometri di profondità.

Stando a quanto riportato dagli organi di stampa cileni, la scossa è stata distintamente avvertita dai manifestanti riunitisi per le vie di Santiago nel corso delle proteste contro il governo che da settimane stanno investendo il paese. Secondo alcuni osservatori inoltre, il terremoto del 4 novembre unito alle proteste potrebbe pregiudicare lo svolgimento della finale della Copa Libertadores, prevista per il prossimo 23 novembre proprio a Santiago.

Il sisma di settembre

Soltanto pochi mesi fa, il 26 settembre scorso, il Cile era stato colpito da un analogo terremoto con epicentro nella regione di Los Lagos. In quel caso anche quella scossa fu di 6.1 gradi della scala Richter ma non vennero registrati particolari danni nonostante l’epicentro fosse a pochi chilometri dal confine con l’Argentina e l’ipocentro ad una profondità di 129 chilometri.